Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Venerdì 15 Dicembre 2017 




 
 
 
 
 
 

Scegli un comune:

La pianura di Brescia.

Cartina della pianura di Brescia
> Cartina della pianura di Brescia.
Scendono impetuosi dalle valli, i fiumi, e una volta arrivati in pianura, rallentano il corso. E allora non sembrano più dividere la gente, di qua o al di là del fiume, la uniscono. La Pianura Bresciana con i suoi campi ordinati e decine di paesi accoglienti, con le sue cascine immense ricche di storia, si stende fra il corso dell'Oglio, del Mella e del Chiese. E tra campi a perdita d'occhio è soprattutto lungo l'Oglio, a difesa dalle scorrerie dei signori di Milano, i Visconti, che sorgono castelli e ville fortificate. Un esempio su tutti? Oggi si chiama Borgo San Giacomo, ma sino all'Ottocento era Gabbiano. Un castello possente qui faceva da scudo contro il nemico al centro di una struttura difensiva, unica, la cosiddetta "corona di Gabbiano": otto castelli disposti tutt'intorn
Fortezza
 
> Fortezza.
o, come pezzi di una partita a scacchi fra giganti. Sono quelli di Farfengo, Padernello, Motella, Castelletto, Acqualunga, Villagana, Villachiara e Ovanengo. Una stupefacente cintura difensiva a ricordare un passato di gloria, forza, splendore insieme alla fortezza di Orzinuovi, con il suo borgo duecentesco. A disegnarne le mura vien chiamato all'inizio del Cinquecento nientemeno che Maurizio Sammicheli; la piazza è invece pensata coi portici, come un elegante salotto all'aperto. è così anche a Quinzano. Qui i portici sono d'autore, disegnati all'inizio dell'Ottocento da Rodolfo Vantini… La Pianura Bresciana è cultura tra infiniti silenzi, nel lento fluire dell'acqua e della vita. Un gioiello incredibile è la basilica di Verolanuova, un angolo di Venezia del Settecento, un gioiello della laguna sfuggito di mano agli angeli durante chissà quale trasporto. Anche solo le due tele del Tiepolo, 66 metri quadri ciascuna, valgono il viaggio. Un altro gioiello è a Montichiari, con la pieve romanica di San Pancrazio, un antico crocevia di cultura e devozione. Montichiari col suo moderno aeroporto ricorda anche altri sogni, altri voli. è terra di motori: nei campi attorno alla Fascia d'Oro si corrono all'inizio del secolo le prime gare automobilistiche. Nel 1921, in un'atmosfera degna di Indianapolis, scatta nientemeno che il primo Gran Premio d'Italia. E per ammirare in azione i pionieri del volo, tra la folla un giorno si nota persino Franz Kafka… Tutt'intorno la te
Aeroporto
> Aeroporto.
rra è ricca e dà frutti abbondanti, il tempo, come il corso dei fiumi, smorza il suo slancio, fino a fermarsi. E ancor oggi si lavora come due, tre secoli fa. Andar per cascine significa riscoprire chi veramente siamo, ritrovare i sapori dell'infanzia, il calore di antichi focolari. Un turismo controcorrente, affascinante come non mai, che segue le mosse di un piccolo viaggio dell'anima. Fra artigianato e natura, nella Pianura Bresciana la vita ha origini antichissime, sin dall'età del bronzo. Il museo di Remedello raccoglie i reperti di un'enorme necropoli, ben 124 guerrieri sono stati ritrovati rannicchiati fra armi di selce e rame, oggetti ornamentali, vasellame di terracotta. Gente che amava e pregava, che traversava il mondo, oggetti di tre millenni fa che raccontano addirittura di contatti e legami con la Spagna e la Boemia. Quante sorprese! Il ritmo giusto di un week-end nella Pianura Bresciana può essere però quello dei battiti del cuore, di un'allegra gita in bicicletta. Le strade sono quelle antiche dei nobili, ma anche dei viandanti, dei pellegrini, tra pievi romaniche, tra oasi di quiete e cultura. I tesori sono tutti da scoprire. Nelle cascine c'è chi raccoglie con amore quel che resta del mondo contadino d'un tempo, due interessanti Musei hanno aperto i battenti a Leno (splendida l'abbazia, un tempo fra le più potenti d'Italia) e a Calvisano. Le tradizioni restano semplici e schiette, carezzano la fantasia. Dopo mangiato, nella bella stagione, si balla ancora sull'aia. E basta una fisarmonica per sorridere alla vita…

indietro

 VEDI ANCHE: