Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Giovedì 14 Dicembre 2017 













Catania
Itinerario classico
Catania - Duomo
Luogo di divinità, Ciclopi, navigatori e artisti, Catania è ancora oggi uno dei punti di riferimento della cultura e della tradizione mediterranea. Questa città ospitale e solare, e contemporaneamente fiera e barocca, si presenta al turista con la sua affascinante ricchezza cromatica e architettonica, con la sua varietà paesaggistica, circondata com'è dall'Etna e dallo splendido mare siciliano. Discoveritalia vi propone un emozionante itinerario che vi consentirà di immergervi negli odori, nei colori e sapori delle vivaci viuzze cittadine e di lasciarvi impressionare dalle bellezze architettoniche che caratterizzano il mosso barocco siciliano.

Primo Giorno
Da piazza del Duomo, cuore pulsante di Catania, attraverso la Cattedrale e il Palazzo Municipale, fino alla Statua dell'Elefante, simbolo della città
 
Un affascinante percorso attraverso le bellezze architettoniche catanesi, dalla Chiesa di Sant'Agata, al Teatro Bellini, fino all'imponente Castello Ursino
 
Una visita a teatro... e poi una raffinata cena
Secondo Giorno
   
Si prosegue verso l'imponente Chiesa di San Nicolò, poi lungo la via Vittorio Emanuele, per raggiungere la Chiesa di S. Francesco d'Assisi
 
Un tuffo nel barocco catanese, tra Via dei Crociferei e le sue chiese, fino ad incrociare Via San Giuliano
 
Tra numerosi i eventi, le manisfestazioni culturali e i sapori della città... c'è solo l'imbarazzo della scelta
Terzo Giorno
   
Dalla Collegiata fino a Villa Bellini, lungo la Via Etnea, l'arteria principale della città
 
Dopo uno sguardo alle vetrine dei prestigiosi negozi catanesi... ecco il mare, presso il borgo di San Giovanni Li Cuti
 
Un'"esplosione" di sensazioni intense, nell'incontro di sapori, colori e tradizioni della cultura dei pescatori

 VEDI ANCHE:
 


 
 Catania

Catania - Fontana dell'Elefante

Catania - Municipio

Catania - Duomo

 
 
 
Itinerario classico
Primo Giorno

Mattina
L'itinerario parte dal cuore pulsante di Catania: la piazza del Duomo, palco del barocco catanese, completamente ricostruita dopo il devastante terremoto del 1693. Vi sorge la Cattedrale, che, edificata poco dopo il Mille, conserva, dell'originale edificio, le tre severe absidi normanne e parte del transetto: all'interno vi si trovano la tomba di Vincenzo Bellini e la cappella di Sant'Agata, che custodisce preziose reliquie. Al suo fianco si leva il settecentesco Seminario dei Chierici, che si estende fino alle antiche mura. Sul lato settentrionale della piazza è il Palazzo Municipale, edificio a pianta quadrata, sorto su una preesistente costruzione medievale, e completato nel 1714 dal Vaccarini. Uno sguardo alla famosa statua dell'Elefante (che della piazza è il baricentro, e della città il simbolo) e poi ci si può concedere una piacevole pausa in vista dell'itinerario pomeridiano, magari alle Cantine del Cugno Mezzano in via Museo Biscari.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Catania - Chiesa di Sant'Agata (Interno)

Catania - Chiesa di Sant'Agata

Catania - Castello Ursino

 
 
Primo Giorno
Catania: Itinerario classico

Pomeriggio
Da piazza Duomo si può imboccare, verso est, via Vittorio Emanuele, dove s'incontrano la Chiesa di Sant'Agata e la Chiesa di San Placido. Percorrendo via Teatro Massimo si giunge al Teatro Lirico Massimo Bellini, inaugurato nel 1890. Oppure, sempre da piazza Duomo, attraverso la barocca Porta Uzeda, si può accedere a via Dusmet, sui cui antichi bastioni si erge la "facciata a mare" del Palazzo Arcivescovile. Poco oltre è il Palazzo Biscari, uno dei più begli esempi di architettura civile a Catania. O ancora, si può volgere verso via Garibaldi e raggiungere la piazza Federico di Svevia, dove si erge il Castello Ursino, possente edificio a pianta quadrata, con torrioni circolari agli angoli e mura spesse un paio di metri. Il castello è sede del Museo Civico, ricco di importanti testimonianze archeologiche dell'antichità cittadina, provenienti da chiese e conventi soppressi, dal Museo dei Benedettini, dalle collezioni del principe di Biscari e da donazioni di privati.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Catania - Teatro Bellini

 
 
Primo Giorno
Catania: Itinerario classico

Sera
Catania è città di teatri per eccellenza, primo fra tutti il Teatro Lirico "Massimo Bellini". Ma non sono da meno il Teatro Stabile "G. Verga" e il Teatro Stabile "A. Musco", il Teatro Ambasciatori e il Teatro della Città... insomma, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Per il "dopo teatro", nei pressi del Teatro Bellini, si trova il ristorante Primopiano, che offre un'ottima cucina tradizionale e la disponibilità di una bella terrazza.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Catania

Catania - San Nicolò (Facciata)

Catania - Casa natale di Vincenzo Bellini

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario classico
Secondo Giorno

Mattina
La giornata inizia con una visita alla Chiesa di San Nicolò, una delle più grandi chiese siciliane: edificata nel 1558, fu rasa al suolo dall'eruzione del 1669 e dal successivo terremoto del 1693. L'opera di ricostruzione, intrapresa nel Settecento, non venne in realtà mai portata a termine e la suggestione del sito è dovuta in parte proprio alla sua incompiutezza. Si ritorna su via Vittorio Emanuele (ove è l'ingresso all'antico Teatro romano ), per raggiungere piazza San Francesco d'Assisi, con il Museo Belliniano, il Museo Emilio Greco e la Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata. A questo punto, prima di immergersi nel trionfo barocco previsto per il pomeriggio, sarà bene che ci si conceda una rigenerante pausa. Un suggerimento? Il delizioso ristorante-enoteca Metrò, aperto anche all'ora di pranzo, offre piatti tipici della tradizione catanese e siciliana, ma non disdegna suggerimenti arabeggianti e ispanici, in un connubio... di ottimo auspicio!
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Catania - San Francesco

Sant'Agata (Acquasantiera)

Via dei Crociferi

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Catania: Itinerario classico

Pomeriggio
Via dei Crociferi è la più straordinaria invenzione barocca di una città... che del barocco è regina. Al capo meridionale della via sorge, innalzata su una scalinata, appena oltre l'Arco di San Benedetto, la grandiosa Chiesa di San Benedetto, dal bel portale ligneo e dal vestibolo adorno di statue. Subito dopo c'è la Chiesa di San Francesco Borgia, con l'annesso Collegio dei Gesuiti, mentre dirimpetto si trova la Chiesa di San Giuliano, che custodisce all'interno un trecentesco Crocifisso. Proseguendo oltre via Sangiuliano, si trovano il Monastero dei Padri Crociferi e la Chiesa di San Camillo, che vanta un pregevole altare in marmo giallo. Poco più avanti si apre il portale di Villa Cerami, il cui cortile ospita un bronzo di notevole interesse: la Bagnante, di Emilio Greco.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Pasta alla Norma

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Catania: Itinerario classico

Sera
Per la sera, sarà utile tener d'occhio gli eventi programmati là dove la giornata è iniziata, nella Chiesa di San Nicola, che, non più officiata, è frequentemente sede di manifestazioni di rilievo. Se poi cercate un ristorante, nei pressi c'è il delizioso Vico San Barnaba (telefono: 095.311068), specializzato negli antichi piatti della tradizione catanese: gli spaghetti con le seppioline, l'insalata di arance, le polpettine avvolte nelle foglie di limone...
 VEDI ANCHE:
   

 
 Catania

Catania - Via Etnea (Particolare)

Catania - Villa Bellini

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario classico
Terzo Giorno

Mattina
Partendo da piazza del Duomo, e poi dritto verso nord, la via Etnea attraversa l'intera città, con le sue vetrine scintillanti, i suoi siti archeologici e artistici, le sue chiese, i suoi giardini, le sue molteplici iniziative commerciali e culturali. Lungo il primo tratto della via sorge la meravigliosa Collegiata, dalla caratteristica mossa facciata, opera dell'architetto Stefano Ittar. Più oltre, si apre piazza Stesicoro, che offre un imperdibile scorcio sull'antico Anfiteatro romano. Proseguendo ancora, si incontra l'ingresso del lussureggiante e ridente parco di Villa Bellini, meta prediletta del passeggio catanese. L'occasione per una squisita sosta non è poi lontana: è infatti a portata di mano l'ottocentesca Pasticceria Savia (Via Etnea, 302), con le sue ottime granite, le cassatine, il torrone, le "olivette" di Sant'Agata, i cannoli, oppure gli arancini, in bianco o al sugo, fritti o al forno...
 VEDI ANCHE:
   
   
 





 
Inizio
prec.
succ.
 
Terzo Giorno
Catania: Itinerario classico

Pomeriggio
Dalla via Etnea, si volge a destra, in viale XX Settembre, in direzione del mare. Ancora ci si diletta tra splendide dimore e fantastiche vetrine: quelle ad esempio di "Marella Ferrera", che realizza originali manufatti utilizzando i più antichi materiali messi a disposizione dalla natura (la pietra lavica, la ceramica, i ciottoli, il papiro, la cera), o quelle di abbigliamento di gran classe di Helme (telefono: 095.552243) e di oggettistica design di Helme Casa (telefono: 095.552243). Un paio di brevi deviazioni conducono a due rinomati negozi di antiquariato: da Michele La Porta, in viale Jonio, e da Antonio Cannella, che, in via Teramo, tratta anche le pregiate ceramiche di Caltagirone. E infine... ecco il mare, che qui a Catania arriva quasi in città. Poco oltre piazza Europa s'incontra il borgo di San Giovanni Li Cuti, uno scorcio marinaro passato indenne attraverso gli ultimi decenni, con le sue caratteristiche e semplici dimore, e, sulla riva, le colorate barche da pesca.
 VEDI ANCHE:
   
   
 



 
Inizio
prec.
 
Terzo Giorno
Catania: Itinerario classico

Sera
Per la cena, c'è nei pressi Il Giardino di Bacco, in località San Giovanni la Punta: questo propone straordinarie fritture di calamaretti e seppioline, sarde a beccafico, spaghetti ai ricci e un'ampia scelta di vini. Più tardi, si scende al porto di San Giovanni Li Cuti, a godere dalla riva il suggestivo e antico spettacolo notturno delle lampare al lavoro.
 VEDI ANCHE: