Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Lunedì 11 Dicembre 2017 













Firenze
Itinerario giovane
Firenze panoramica con vista sui monumenti e sui colli, i parchi, i giardini e le fortezze in città. Le strade dell'artigianato e i mercatini. Le passeggiate Oltrarno per scoprire lo spirito più autentico della città fra enoteche e trattorie. Il David di Michelangelo, i cimeli di Galilei. E infine i locali di tendenza e le feste di piazza.

Primo Giorno
Piazza Santa Croce e il calcio storico, la casa di Michelangelo e il più bel panorama fiorentino
 
In cima al colle di San Miniato, il Forte Belvedere e vista su Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli
 
Tradizione e creatività per una cena a San Niccolò e musica nella discoteca più famosa
Secondo Giorno
   
Santo Spirito, le botteghe degli artigiani e dei falegnami, la Cappella Brancacci e la vista sui colli
 
Il Ponte Vecchio, il Museo di Storia della Scienza, il Bargello, Palazzo Strozzi e Orsanmichele
 
Degustazione dei vini toscani vicino alla casa di Dante Alighieri, poi musica dal vivo al Tenax
Terzo Giorno
   
Il Mercato delle pulci, la Sinagoga e lo Spedale degli Innocenti, il David di Michelangelo
 
Il Mercato di San Lorenzo, poi la Biblioteca Mediceo-Laurenziana e il Parco delle Cascine
 
Cena in uno dei locali più rinomati di Firenze, e passeggiata in centro fra gli artisti di strada

 VEDI ANCHE:
 


 
 Firenze

Chiesa di Santa Croce - Firenze

Calcio storico - Firenze

Palazzo Buonarroti - Firenze

 
 
 
Itinerario giovane
Primo Giorno

Mattina
Accanto alla Firenze dei famosi monumenti e delle importanti opere d'arte esiste un altro volto della città, altri luoghi che vale la pena di scoprire. Partiamo da piazza Santa Croce, su cui si affaccia l'omonima chiesa. Forse non molti sanno che questa è una delle piazze più amate dai fiorentini, molto vissuta in occasione delle diverse iniziative che ospita. Fra queste il calcio storico, una specie di rugby ante litteram le cui origini risalgono all'epoca romana e le cui gare si disputano ancora in costumi d'epoca. Nei vicoli intorno alla piazza ci si può lasciare attirare dai numerosi negozi di articoli di pelle, una delle principali attività artigianali fiorentine, e da qualche originale bottega di antiquariato.
Nelle vicinanze, in via Ghibellina, chi è alla ricerca di curiosità può visitare la casa di Michelangelo Buonarroti, un imponente edificio dove si conservano oggetti appartenuti all'artista. A fianco si apre il Salamanca, locale a tema spagnolo da tenere a mente se si vuole trascorrere qualche ora piacevole la sera e scoprire le abitudini dei giovani fiorentini.
Da via Ghibellina, attraverso via delle Casine, raggiungiamo l'Arno. Camminando in direzione del lungarno Pecori Giraldi possiamo notare lo splendido panorama che si apre davanti a noi: il fiume e le dolci colline che circondano Firenze. Superiamo il Ponte San Niccolò per cogliere il meglio del panorama cittadino con i principali monumenti la cui immagine si riflette sull' Arno, uno spettacolo molto suggestivo. Da qui molte sono le strade che portano al famoso piazzale Michelangelo, ma la più interessante è la scalinata che si trova dietro alla Torre di San Niccolò. Giunti in cima non resta che lasciarsi affascinare dalla vista su una delle città più belle del mondo.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

San Miniato al Monte - Apt  Firenze

Enoteca Fuori Porta - Firenze

Forte Belvedere - Apt Firenze

 
 
Primo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Pomeriggio
La passeggiata può proseguire fino a San Miniato al Monte, la più antica chiesa romanica di Firenze dopo il Battistero, di cui si può ammirare la facciata, vero capolavoro, il pavimento a intarsi con il disegno dei leoni, delle colombe e dello zodiaco, e la Cappella del Crocefisso di Michelozzo. Da non perdere il chiostro affrescato da Paolo Uccello.
Riprendiamo la strada che riconduce all'Arno, scendiamo da via Monte alle Croci che ci condurrà ad una delle antiche porte della città, Porta San Niccolò. Di fronte si trova l' Enoteca Fuori Porta, un locale da ricordare se si vogliono evitare le orde dei turisti. Forse tra le strade di questo quartiere si può cogliere lo spirito più autentico della città, proprio perché sfugge dagli itinerari turistici più classici e riserva un'affascinante atmosfera. Proseguiamo lungo via Belvedere al termine della quale sorge appunto il Forte di Belvedere, edificio eretto dall'architetto Bernardo Buontalenti nel XVI secolo per Ferdinando I con lo scopo di difendere la città e Palazzo Pitti. E guardando in basso è proprio Palazzo Pitti quello che scorgiamo ai piedi del Forte con il magnifico Giardino di Boboli. Risaliamo via San Leonardo che conduce fino a Villa Il Gioiello, ultimo rifugio di Galileo Galilei. Se poi ci si spinge fino in cima al colle di Arcetri si può visitare l'Osservatorio Astrofisico. Fin qui abbiamo potuto godere a pieno delle bellezze naturalistiche della città, passeggiando sui suoi colli. Tornando in città possiamo fare una sosta al Capocaccia per un aperitivo, un locale che si affaccia sul lungarno Corsini con bella vista sul fiume nonché uno dei posti più "in" di Firenze.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Yab - Firenze

 
 
Primo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Sera
Per trascorrere la serata in un ambiente accogliente e gustare piatti raffinati di nouvelle cuisine, con qualche specialità toscana e vini locali, la destinazione è l' Enoteca Pane e Vino, un grazioso ristorante in vpiazza di Cestello. Al di là dell'Arno, tornando verso il centro storico, in via Sassetti, si trova una discoteca molto di moda in città, lo Yab. Per proseguire, se si vuole, a ritmo di musica.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Firenze

Ponte Santa Trinita - Firenze

Chiesa di Santo Spirito - Firenze

Cappella Brancacci, Santa Maria del Carmine - Firenze

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Secondo Giorno

Mattina
Esiste una zona di Firenze che resta fuori dai principali itinerari turistici e che vale la pena di visitare. Si tratta di Santo Spirito, che si trova oltrarno e rappresenta la versione più autentica della vita in città. Raggiungiamola allora attraversando il ponte di Santa Trinità, da cui si può ammirare il Ponte Vecchio da una prospettiva insolita. Notiamo subito che fra le viuzze che si intersecano si aprono vecchie botteghe di falegnami, restauratori, antichi gioiellieri, osterie e trattorie tradizionali. Fra queste vie si trova piazza Santo Spirito, su cui si affaccia la basilica omonima, opera del Brunelleschi. Entriamo a visitarla e non perdiamo il Cenacolo che si trova all'interno del refettorio trecentesco. Proseguiamo verso borgo San Frediano che insieme a piazza del Carmine è una zona della città animata da diversi locali di tendenza. Entriamo nella chiesa di Santa Maria del Carmine, al cui interno si trova una delle cappelle più famose di Firenze: Cappella Brancacci affrescata da Masaccio.
Torniamo indietro verso piazza Pitti; dal cortile di Palazzo Pitti si accede al Giardino di Boboli, in cui si susseguono ampi sentieri, numerose statue e specchi d'acqua. Saliamo in cima fino al Casino del Cavaliere, che ospita il Museo delle porcellane; dalla terrazza ci si può lasciare catturare dalla bellissima vista sui colli che circondano la città. Prima di lasciare il giardino notiamo sulla destra l'affascinane grotta de Buontalenti, al cui interno si trova una Venere del Giambologna.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Corridoio Vasariano - Firenze

Museo di Storia della Scienza - Firenze

Il Bargello - Firenze

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Pomeriggio
Nel pomeriggio torniamo nel cuore della città attraverso il Ponte Vecchio : la vista da qui è una delle cartoline più classiche di Firenze. Solleviamo lo sguardo e sopra le botteghe degli orefici scorgiamo il Corridoio Vasariano. Dirigiamoci quindi verso gli Uffizi ma superiamoli per fermarci in piazza dei Giudici dove ha sede il Museo Galileo – Istituto e museo di Storia della Scienza, ricco di curiosità: macchine calcolatrici del XVII secolo, cimeli galileiani e un interessante planetario. A pochi passi da qui, in via de' Benci, si trova un altro interessate piccolo museo, il Museo Horne, che conserva ancora le caratteristiche di una dimora rinascimentale.
Proseguiamo dritto fino a via Ghibellina e svoltiamo a sinistra per ammirare il Bargello, lo splendido edificio da cui svetta una torre e che custodisce opere di Brunelleschi, Verrocchio, Cellini e del Pollaiolo. Il centro storico è ricco di palazzi antichi, vere e proprie meraviglie dell'architettura medievale e rinascimentale, come Palazzo Vecchio. Dirigiamoci quindi verso via dei Calzaiuoli, salotto di Firenze costeggiata da negozi e luogo prediletto per la passeggiata in centro. A sinistra scorgiamo un meraviglioso edificio di cui si distinguono ancora le volte della loggia ormai coperta, le bifore e le nicchie con le statue scolpite da Verrocchio e Giambologna: Orsanmichele. Proseguendo a sinistra si apre piazza della Repubblica, con gli eleganti caffè e una porta attraverso cui si accede a via degli Strozzi, dove si erge Palazzo Strozzi.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Enoteca Coquinarius - Firenze

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Sera
Restiamo in centro per andare a cena al Coquinarius, un'enoteca-brasserie dove oltre a degustare degli ottimi vini si può consumare qualche piatto leggero. Il locale si trova dietro il Duomo, in via delle Oche, a due passi dalla casa di Dante Alighieri. Se si ha voglia di divertirsi la serata può concludersi al Tenax per ascoltare un concerto o ballare.
 VEDI ANCHE:
   

 
 Firenze

Mercato delle Pulci - Firenze

Sinagoga - Firenze

Chiesa di San Marco - Firenze

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Terzo Giorno

Mattina
Firenze è rinomata anche per i suoi mercati, più o meno antichi, di artigianato, antiquariato, insomma per tutti i gusti. Raggiungiamo piazza de' Ciompi per curiosare all'ombra dell'antica Loggia del Grano fra oggetti d'epoca e bric à brac. Qui ogni giorno si tiene il Mercato delle pulci. Spostiamoci verso piazza S. Ambrogio e da qui, attraverso via dei Pilastri, rechiamoci in via Farini per ammirare l'imponente Sinagoga, la cui ampia cupola in rame è uno dei simboli del panorama fiorentino. All'interno si può anche visitare il Museo di Storia ed Arte Ebraica. A sinistra imbocchiamo via della Colonna fino al Museo Archeologico e attraversiamo piazza della SS. Annunziata, su cui si affacciano lo Spedale degli Innocenti e la chiesa dell'Annunziata. Vale la pena di fare una sosta per ammirare l'Adorazione dei Magi del Ghirlandaio e il chiostro della chiesa. Da via Battisti raggiungiamo piazza San Marco, a sinistra notiamo la sede dell'Accademia delle Belle Arti, più avanti si trova la Galleria dell'Accademia. Entrando, lo spettacolo del David di Michelangelo, la cui copia si può ammirare in piazza della Signoria, è imperdibile. Sulla piazza si erge la chiesa di San Marco, la cui biblioteca ospita dipinti del Ghirlandaio, Paolo Uccello e altri. Poco distante da qui si trova l' Orto Botanico, al cui interno si conservano numerose piante anche rare fra cui un antico Gingko Biloba. Torniamo verso il centro e la chiesa di San Lorenzo; a due passi da qui, in via Rosina 2, si trova una trattoria impedibile: Da Mario, che offre il meglio della cucina toscana in un ambiente casereccio.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Mercato di San Lorenzo - Firenze

Fortezza da Basso - Apt Firenze

Parco delle Cascine - Firenze

 
Inizio
prec.
succ.
 
Terzo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Pomeriggio
Siamo vicini al celebre Mercato di San Lorenzo, una della attrattive maggiori per i turisti, ricco di oggetti in pelle. Se si è appassionati di artigianato o antiquariato un'altra tappa da non perdere è la Fortezza da Basso, sede di importanti rassegne tra cui la Mostra Internazionale dell'Artigianato. In piazza San Lorenzo si può visitare la chiesa dalla facciata rimasta incompiuta, e il cui progetto era stato assegnato a Michelangelo. Entriamo anche per scoprire la meraviglia dei codici antichi della Biblioteca Mediceo Laurenziana, voluta dalla famiglia Medici per custodire il loro patrimonio di papiri manoscritti e volumi. Proseguiamo quindi la visita della città verso l'area verde più importante, ossia il Parco delle Cascine, che ha una lunghissima storia se si pensa che fu una vasta tenuta agricola appartenuta ai Medici dal XV secolo, una zona ricca di prati, boschetti, viali, monumenti e statue con una lunga storia alle spalle. Il parco è molto amato dai fiorentini che vengono per praticare sport e passare un po' di tempo all'aria aperta. Al suo interno sono ospitate diverse strutture fra cui il nuovo Teatro dell'Opera, casa del Maggio Musicale Fiorentino.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Scoppio del Carro - Apt Firenze

 
Inizio
prec.
 
Terzo Giorno
Firenze: Itinerario giovane

Sera
Se si è alla ricerca di uno dei ristoranti più famosi di Firenze, si può andare a cena da Sabatini, che si trova fra Santa Maria Novella e piazza Duomo, dove fra le altre cose ogni anno si dà vita al rito dello "scoppio del carro". Dopo cena si può fare un giro in centro, sempre animato da artisti di strada o spettacoli in piazza, soprattutto a davanti a Palazzo Vecchio, cuore della città.
 VEDI ANCHE: