Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Giovedì 14 Dicembre 2017 













Perugia
Itinerario giovane
Un percorso alla scoperta degli spazi aperti che si aprono improvvisamente dietro dedali di vicoli, regalando panorami indimenticabili. La città delle rassegne internazionali come l'Umbria Jazz Festival e della passione per il cioccolato. E poi i giardini storici, la visita dei conventi e i luoghi del divertimento.

Primo Giorno
Piazza IV novembre e i monumenti storici di Perugia, l'Umbria Jazz Festival e la festa del cioccolato.
 
Oltre le mura etrusche: corso Cavour, il Museo Archeologico, Porta San Pietro e l'Orto Botanico
 
Degustazione di vini alla Bottega del Vino e infine a concludere la serata al Kandinsky Pub.
Secondo Giorno
   
Fuori porta per visitare la più celebre tomba etrusca, poi Massa Martana piccolo centro medievale.
 
Visita dell'area nord del capoluogo umbro fra antichi conventi e vedute suggestive.
 
Divertimento in città a base di musica nei locali frequentati dalla gioventù perugina e dagli studenti.
Terzo Giorno
   
I punti panoramici da non perdere in città, le antiche chiese e la Cappella di San Severo.
 
I giardini di Perugia e le chiese di Sant'Agostino e di Sant'Ercolano.
 
Cena a base di piatti tradizionali al ristorante Sangallo e musica al Contrappunto Music Club.

 VEDI ANCHE:
 


 
 Perugia

Eurochocolate - Apt Perugia

Fontana Maggiore

Palazzo dei Priori

 
 
 
Itinerario giovane
Primo Giorno

Mattina
Iniziamo il percorso alla scoperta della città dal suo cuore: piazza IV novembre con il Duomo, il celebre Palazzo dei Priori e l'elegante Fontana Maggiore. La piazza è un ponte ideale fra passato e presente, antico e moderno, poiché continua dopo mille anni ad essere il nucleo della vita sociale di Perugia. In questo scenario suggestivo dove i turisti amano soffermarsi, magari comodamente seduti sulla scalinata del Palazzo dei Priori, si tengono ogni anno alcune importanti esibizioni dal vivo dell' Umbria Jazz Festival, appuntamento considerato una vera e propria istituzione culturale di respiro internazionale.
Incamminiamoci da qui verso corso Vannucci, la via principale dove i perugini amano passeggiare e dove si incontrano i giovani italiani e stranieri, studenti della rinomata Università di Perugia. All'inizio del corso, quasi di fronte alla Galleria Nazionale dell'Umbria, notiamo uno dei locali storici di Perugia, la Pasticceria Sandri, da non perdere se si vuole provare la migliore tradizione dolciaria locale. La vera golosità è rappresentata dal cioccolato che da queste parti risulta un prodotto di alto gradimento tanto che ogni anno gli è dedicata la rassegna Eurochocolate, dieci giorni all'insegna della prelibata delizia. Per gli appassionati del genere un luogo a non perdere è il Museo della Perugina, dove si possono scoprire i segreti della produzione e l'origine di uno dei cioccolatini più famosi al mondo: il Bacio. Proseguiamo verso Piazza della Repubblica dove possiamo notare a destra il Teatro del Pavone, e quindi dirigiamoci verso i Giardini Carducci. Qui ogni ultimo week end del mese si tiene un ricco Mercatino dell'Antiquariato e del Collezionismo dove poter andare a caccia di occasioni.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Palazzo della Penna - Apt Perugia

San Domenico

Porta Marzia

 
 
Primo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Pomeriggio
Il resto della giornata lo dedichiamo alla scoperta dell'area sud della città, quella che si sviluppa oltre le mura etrusche. Scendiamo, quindi, da via Marzia, a sinistra di piazza Italia, e dopo aver superato l'ingresso della Rocca Paolina, ossia Porta Marzia, voltiamo a sinistra dove sorge la Chiesa a pianta ottagonale di Sant'Ercolano, dall'insolita forma a torre. A fianco della chiesa si eleva una scalinata in cima alla quale si apre l'antico Arco di Sant'Ercolano. Di fronte inizia corso Cavour, arteria della città che conduce fino alla Porta di San Pietro. Voltiamo quindi in via Podiani al termine della quale notiamo un edificio su cui campeggia una torre, si tratta del Palazzo della Penna, oggi sede di esposizioni temporanee.
Riprendiamo il cammino e giunti in via XX Settembre notiamo a destra i Tre Archi, luogo dove un tempo sorgeva la Porta di Santa Croce. Continuiamo a scendere fino a piazza Giordano Bruno, l'imponente chiesa che sorge davanti a noi è San Domenico, il cui caratteristico campanile è chiaramente visibile da alcuni dei principali punti panoramici della città. Nei chiostri dell'ex complesso monastico, a sinistra della chiesa, è ospitato il Museo Archeologico con il ricchissimo Archivio di Stato. Fra gli antichi edifici da segnalare lungo il corso notiamo l'ex Ospedale dei Pellegrini e, sul retro, il Palazzotto dell'Inquisizione, mentre poco più avanti si trova l'ex Monastero della Beata Colomba. Davanti a noi possiamo ammirare l'imponente struttura di Porta San Pietro, definita doppia per via delle due facciate, quella dentro e quella fuori le mura, molto diverse fra loro. La prossima destinazione è la Chiesa di San Pietro, che con il suo campanile slanciato disegna, insieme a San Domenico, un profilo caratteristico della città. Accanto si trovano i Giardini del Frontone, che d'estate diventano cinema all'aperto, e più avanti uno storico Orto Botanico.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Il Caffè degli Artisti

 
 
Primo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Sera
In via del Sole, accanto a piazza Danti, si trova l'enoteca La Bottega del Vino un luogo piacevole per un aperitivo con degustazione di tipici vini umbri e golosi stuzzichini. Fra i luoghi interessanti per passare una serata segnaliamo il Kandinsky Pub (via del Pozzo 22, tel. 075.5728130), un luogo d'incontro multifunzionale che funziona da spazio per mostre d'arte, sala per musica dal vivo e birreria-ristorante insieme.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Perugia

Panorama di Perugia

Ipogeo dei Volumni - Apt Perugia

Abbazia di San Fidenzio - Comune di Massa Martana

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Secondo Giorno

Mattina
Il secondo giorno può essere speso in una gita fuori porta. Nelle immediate vicinanze di Perugia, ed esattamente nella frazione di San Giovanni, si trova una delle tombe più celebri della necropoli di Palazzone: l' Ipogeo dei Volumni, uno degli esempi più noti di sepolcro appartenuto ad una nobile famiglia etrusca, che si conserva ancora nel suo magnifico splendore. L'edificio che risale al II secolo a.C. si compone di un vestibolo, di un atrio e di alcune stanze che ospitano le urne dei componenti della famiglia. Di particolare rilievo, nella stanza principale, è la tomba del capofamiglia in cui è riprodotta l'immagine dell'uomo semisdraiato su un letto ricoperto di drappi e sostenuto da demoni funerari alati che vigilano sulla porta dell'aldilà. Lasciamo quindi l'area archeologica per spostarci più a sud in direzione di Massa Martana, che sorge fra Todi e Spoleto. Il piccolo centro fortificato che sorge alle falde dei Monti Martani è caratteristico per l'ambiente che lo circonda. Siamo nel cuore dell'Umbria, fra i boschi e i ruderi, testimonianza di antiche civiltà, immersi nella natura. Nei pressi dell'antico borgo si trova la famosa Abbazia di San Fidenzio che risale all'XI secolo, costruita riutilizzando materiali di epoca romana provenienti dall'area di un antico insediamento nelle vicinanze. L'edificio è caratterizzato da una facciata a fasce rosse e bianche, a fianco si innalza una torre merlata, mentre all'interno del tempio, visitabile la domenica, si conserva una pietra sepolcrale romana e un pergamo duecentesco.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Convento di Sant'Agostino

Chiesa di Sant'Angelo - Apt Perugia

Arco Etrusco

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Pomeriggio
Se si resta in città, ci si può dedicare alla visita della zona nord di Perugia. Da piazza Danti imbocchiamo via Ulisse Rocchi, arteria principale della città etrusca, e percorriamola fino a raggiungere l' Arco Etrusco. Lungo la via si trova l' Enoteca Provinciale con una ricca selezione di vini locali ed etichette internazionali. Giunti a Piazza Fortebraccio giriamo in corso Garibaldi, lasciando sulla sinistra il palazzo dell'Università. Corso Garibaldi è famoso per l'elevato numero di chiese e conventi che vi sorgono. Il primo che incontriamo in piazza Lupattelli è il convento di Sant'Agostino, imponente struttura che dalla cima di un promontorio domina quest'area della città. Proseguiamo fino al Complesso della Mercanzia, dopo pochi metri imbocchiamo una delle stradine che si aprono sulla destra del corso per non perdere uno dei punti panoramici più interessanti: davanti a noi la campagna umbra, sotto il Parco di Sant'Angelo. Torniamo indietro, lungo il corso incontriamo il Monastero di Santa Caterina, il Monastero della Beata Colomba, il luogo dell'incontro tra San Francesco e San Domenico nel 1220, e in via del Tempio la Chiesa di Sant'Angelo, edificio a pianta circolate considerato fra i più antichi in Italia di origine paleocristiana. Sul lato sinistro del piazzale si apre un vicolo che conduce al Cassero di Porta Sant'Angelo, una bella costruzione trecentesca con un torrione merlato. Da questa posizione si domina tutta l'area del colle di Sant'Angelo. Si ritorna sui propri passi per girare in via Benedetta che conduce al Monastero di San Benedetto, con il suo campanile orientaleggiante. Raggiungiamo quindi piazza dell'Università, attraverso via del Fagiano, su cui si affaccia la Chiesa di Montemorcino Nuovo.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Discoteca Gradisca

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Sera
I dintorni di Perugia riservano ai giovani diversi luoghi di divertimento e alcune fra le più famose discoteche della zona si trovano nelle vicinanze della città: il Red Zone e il Gradisca sono due locali dove la gioventù universitaria e non si ritrova il sabato sera. Se si preferisce una serata più tranquilla la scelta potrebbe ricadere su uno dei ristoranti tipici perugini come La Bocca Mia, nella storica via Ulisse Rocchi.
 VEDI ANCHE:
   

 
 Perugia

Chiesa di Santa Maria di Monteluce - Apt Perugia

Chiesa di Montemorcino Nuovo

Un tratto dell'Acquedotto Duecentesco

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Terzo Giorno

Mattina
Un'escursione interessante in città è quella che porta alla scoperta delle zone panoramiche della città. Perugia offre diversi ed interessanti punti di osservazione sulle vaste distese della campagna circostante e sui tetti e i campanili della città stessa. L'itinerario comincia da piazza Fortebraccio, o Grimana, su cui si affaccia il palazzo dell'Università, e prosegue lungo viale Sant'Antonio; a metà circa del tragitto notiamo a destra il Convento di San Tommaso, a sinistra invece si apre uno degli scenari più suggestivi del capoluogo umbro. Da qui si può ammirare l'imponente struttura del convento di Sant'Agostino che domina sulla piccola valle. Poco più avanti si possono notare le mura medievali con la Porta di Sant'Antonio. A questo punto possiamo scegliere di risalire lungo corso Bersaglieri o imboccare via Cialdini per raggiungere la Chiesa di Santa Maria di Monteluce. La destinazione successiva è via delle Prome, non distante dalla Cappella di San Severo dove si conserva il celebre affresco realizzato da Raffaello e Perugino. Dai bastioni si può ammirare la vastità della campagna perugina che si perde a vista d'occhio. A sinistra una discesa tortuosa di scale riconduce verso piazza Fortebraccio. A questo punto giriamo a sinistra in via Cesare Battisti, accanto all' Arco Etrusco. La lunga passeggiata permette di ammirare il panorama della zona settentrionale della città: un avvicendarsi di tetti rossi, campanili e chiese, immerse nel verde dei colli cittadini, come San Sebastiano, Montemorcino Nuovo e San Benedetto. A metà della via abbassando lo sguardo possiamo notare l' Acquedotto Duecentesco, un cammino soprelevato che permette un attraversamento veloce di questa parte della città verso il centro.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Chiesa di San Filippo Neri

Giardini del Campaccio

Chiesa di San Domenico

 
Inizio
prec.
succ.
 
Terzo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Pomeriggio
Siamo arrivati così a piazza Cavallotti, a sinistra inizia la caratteristica via Maestà delle Volte, che conduce al Duomo. Ma proseguiamo verso via della Stella lungo la quale incontriamo la chiesa di San Filippo Neri. Superiamo via dei Priori, arteria storica della città etrusco-romana, e immettiamoci in via della Cupa. La destinazione sono i Giardini del Campaccio che si aprono alla fine della strada, e si estendono nel luogo dell'antico fossato delle mura della Cupa. Soffermiamoci ad ammirare l'antica muraglia e l'ampia distesa che si apre davanti a noi nella zona in cui si estende la città nuova. Risaliamo attraverso uno dei vicoli che conducono verso Piazza della Repubblica, luogo di ritrovo dei tanti giovani, anche stranieri, che frequentano l'università di Perugia. Risaliamo corso Vannucci fino ai Giardini Carducci che si aprono dietro la Rocca Paolina. Siamo in cima alle mura etrusche, il giardino panoramico si estende sui bastioni nella cui parte inferiore si apre la Porta Marzia, ingresso alla città medievale sommersa. Affacciamoci dalla terrazza del giardino da cui si nota da lontano la Chiesa di San Domenico, mentre proprio sotto le mura guardando a sinistra si scorge la Chiesa di Sant'Ercolano.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Ristorante Sangallo

 
Inizio
prec.
 
Terzo Giorno
Perugia: Itinerario giovane

Sera
Se la sera si vuole scegliere la cucina tipica umbra si può prenotare al ristorante Sangallo, fra i più rinomati in città, dove le ricette sono rivisitate secondo il gusto particolare dello chef. Per concludere la serata ascoltando della buona musica dal vivo o ballare, l'indirizzo giusto è il Contrappunto Music Club (via Scortici 4).
 VEDI ANCHE: