Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Martedì 12 Dicembre 2017 













Pisa
Itinerario giovane
Viaggio nella Pisa dell'arte e della cultura: a partire dal simbolo della città, la Torre Pendente, visiteremo la zona di Via Santa Maria (sede di numerosi edifici universitari), la Domus Galileana (importante fondazione e centro studi dedicato a Galileo Galilei) e il famoso ponte di Mezzo. Presso quest'ultimo nell'ultima domenica di giugno si svolge il "Gioco del Ponte", una combattuta prova di forza fra le parti di Tramontana (a nord dell'Arno) e di Mezzogiorno (a sud del fiume) che se ne contendono il possesso. Si tratta di un'antica tradizione che risale al 1596.

Primo Giorno
Visita al gioliello della città, la Torre Pendente
 
Un tuffo nella scienza: la Domus Galileana e la casa natale di Antonio Pacinotti
 
Cena in centro e live music nei club
Secondo Giorno
   
Shopping tra le bancarelle del mercato
 
La piazza dei Cavalieri e l'orto botanico
 
Scatenata nottata in discoteca
Terzo Giorno
   
Un giorno al mare: Marina di Pisa
 
Il Parco Naturale Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli
 
A teatro nella Chiesa di Sant'Andrea

 VEDI ANCHE:
 


 
 Pisa

Torre Pendente

Duomo e Battistero di Pisa

Torre Pendente

 
 
 
Itinerario giovane
Primo Giorno

Mattina
Di piazza dei Miracoli, su cui s'innalzano candidi i profili del Duomo, del Battistero e del Cimitero Monumentale, l'immagine più conosciuta, vera icona di Pisa nel mondo, è senz'altro quella della stupefacente Torre Pendente. Dal 15 dicembre del 2001 è di nuovo possibile (dopo la decennale chiusura, che ha consentito i riusciti lavori di consolidamento) salire alla Torre. La visita, che può avvenire ogni giorno della settimana, dalle 8.00 alle 20.00, implica l'ascensione di un'erta scala elicoidale, composta da ben 300 gradini, per di più di dimensioni estremamente ridotte. Quindi raggiungere la cima richiede uno sforzo fisico non indifferente: ma che inizio clamoroso, per una vacanza a Pisa! Premio e coronamento dell'ascensione alla Torre può essere la rutilante offerta gastronomica del ristorante Artilafo, in posizione un po' appartata, in direzione del lungarno Simonelli: ancora uno sforzo (ma questa volta non in salita!), che vale la pena di compiere.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Pisa, lungarno

Affresco del 1841 che raffigura Galileo mentre osserva le oscillazioni della lampada del Duomo di Pisa

Lungarno Pacinotti

 
 
Primo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Pomeriggio
Da piazza dei Miracoli, via Santa Maria conduce fino all'Arno: sul suo percorso, fiancheggiato da nobiliari edifici sei-settecenteschi e da caratteristiche case-torri, sorgono numerose sedi universitarie, a ricordare che Pisa è città studentesca di antichissima tradizione. Al numero civico 26 s'incontra la Domus Galileana, che del geniale scienziato custodisce cimeli e memorie. Affiancata alla Domus Galileana è la casa natale di Antonio Pacinotti, il fisico pisano che svolse un ruolo fondamentale nell'invenzione del paracadute e del congegno che consente di trasformare l'energia elettrica in energia meccanica. La via Santa Maria si apre infine alla bella panoramica dei lungarni, che erano un tempo parte integrante delle strutture portuali cittadine: è bello passeggiarvi immaginandoli, in epoca medievale, gremiti di uomini e di merci di esotica provenienza.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Pisa, una via del centro

 
 
Primo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Sera
Cena in una delle gradevoli trattorie del centro storico: la Vineria di Piazza, (un'ottima cucina tradizionale, a prezzi decisamente competitivi). Poi non sarà difficile concedersi una serata di musica live, in uno dei numerosi locali, come per esempio il Dottor Jazz Club (via Vespucci 10, tel. 3398619298), che volentieri ospitano le brillanti invenzioni di quella che è una città universitaria e quindi innovativa per eccellenza.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Pisa

Ponte di Mezzo

Lungarno Mediceo

Pisa, piazza Garibaldi

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Secondo Giorno

Mattina
L'itinerario odierno prende le mosse dal ponte di Mezzo, ove ogni anno, l'ultima domenica di giugno, si svolge un'accanita tenzone tra contrade rivali, che proprio del ponte si disputano il possesso. Al capo settentrionale del ponte si apre la centrale piazza Garibaldi, che dà accesso da un lato al lungarno Mediceo e dall'altro al lungarno Pacinotti: dritto a nord punta invece la via di Borgo Stretto, al cui inizio un tabernacolo seicentesco custodisce una scultura di Nicola Pisano, la Madonna dei Vetturini. Lungo via delle Colonne, si raggiunge piazza delle Vettovaglie che, come suggerisce la denominazione, per vocazione antica è sede di un colorato mercato giornaliero. Oltre ai banchi del mercato, anche i negozi del quartiere offrono la possibilità di sbizzarrirsi con uno shopping gastronomico ricco di peculiarità territoriali. Dopodiché, la piazza delle Vettovaglie offre l'opportunità di una deliziosa pausa per il pranzo nella piccola Trattoria La Mescita, di antica tradizione.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Palazzo dei Cavalieri, sede della Scuola Normale Superiore di Pisa

Carrozza in piazza dei Cavalieri

Orto Botanico di Pisa

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Pomeriggio
Ormai si è a due passi da piazza dei Cavalieri, che prende il nome dall'Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano, fondato nel Cinquecento per contrastare i pirati che assalivano i paesi dell'Italia costiera. L'antica presenza cavalleresca connota fortemente l'atmosfera del luogo: ad esempio, le due ali laterali della Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri altro non erano, in origine, che gli spogliatoi dei cavalieri, i cui trofei di guerra ornano ovunque le pareti. Il Palazzo dei Cavalieri (o Palazzo della Carovana), è oggi la sede centrale della prestigiosa Scuola Normale Superiore di Pisa, istituita da Napoleone nel 1810. Nelle vicinanze della piazza dei Cavalieri si può visitare l' Orto Botanico, per fondazione uno dei più antichi in Europa: ospita una grande varietà di specie arboree (alcune notevoli per vetustà, altre rare e a rischio d'estinzione), sia in serra che, grazie alla dolcezza del clima, all'aperto. A conclusione dell'itinerario giornaliero, si può scegliere una tappa all'Osteria dei Cavalieri: una cucina brillante e accurata, attenta sia alla tradizione che alla stagionalità, in un ambiente gradevole e vivace, ampiamente frequentato dagli studenti della vicina Università.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Una notte pisana

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Sera
Più tardi, può essere la volta di una serata in discoteca: vasta è la scelta, da un locale in città come Carmilla (Via Sancasciani 8, tel. 050.43285) a uno dei numerosi locali di tendenza che colorano le notti del litorale pisano.
 VEDI ANCHE:
   

 
 Pisa

Marina di Pisa

Marina di Pisa

Marina di Pisa, la foce dell'Arno

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Terzo Giorno

Mattina
Una vacanza a Pisa, città dall'antica vocazione marittima, testimoniata dalle glorie dell'epoca in cui fu potente e imbattibile repubblica marinara, come può non offrire una gita al mare? Il litorale pisano, oggi situato a una decina di chilometri dal centro cittadino (a causa del progressivo insabbiamento della costa), è quello di Marina di Pisa, subito a sud della foce dell'Arno, con le maestose Alpi Apuane per sfondo. La costa è caratterizzata, nel tratto settentrionale, da piccole spiagge protette da scogliere frangiflutti, e, nel tratto meridionale, da lidi più ampi, sede di attrezzati stabilimenti balneari.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Parco Naturale Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli

San Pietro a Grado

Baccalà con i ceci

 
Inizio
prec.
succ.
 
Terzo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Pomeriggio
Tutto intorno all'apprezzata località balneare, con le sue eleganti dimore liberty, si estende il Parco Naturale Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli, che tutela quasi 15 000 ettari di prezioso territorio. Ancora un suggerimento di tipo artistico-culturale: quello di soffermarsi, sulla via del ritorno verso Pisa, più o meno a metà strada, a visitare la Chiesa di San Pietro a Grado, secondo la tradizione fondata da san Pietro in persona, che qui fece scalo durante un suo viaggio via mare. Intanto, il sapore del mare lo si può gustare in uno degli ottimi ristoranti della zona, che offrono piatti di pesce di antica tradizione locale, come gli avannotti fritti al profumo di salvia, le seppie in inzimino, il baccalà con i ceci...
 VEDI ANCHE:
   
   
 



 
Inizio
prec.
 
Terzo Giorno
Pisa: Itinerario giovane

Sera
Originali e interessanti proposte sono quelle del Teatro Sant'Andrea (www.teatrosantandrea.it), che svolge la propria innovativa opera di formazione e produzione teatrale e di ricerca artistica nello spazio della romanica Chiesa di Sant'Andrea Foris Portam. La chiesa, anticamente collocata al di fuori della cinta muraria (da cui la denominazione), documentata fin dagli albori del XII secolo, dopo il completo abbandono risalente al secondo dopoguerra, è stata recuperata ad un ruolo culturale e sociale di altissima valenza.
 VEDI ANCHE: