Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 








Siracusa
Itinerario giovane
Città culla di antiche civiltà e scrigno di impagabili tesori artistici e culturali, Siracusa è anche località balneare, mondana e raffinata a un tempo, e sito naturalistico di indiscutibile fascino, ricco di attrattive e di mete inconsuete. Visitarla significa immergersi in itinerari che offrono alternativamente scorci incantevoli sulle origini della nostra storia e tuffi rigeneranti in un ambiente selvaggio e fortunatamente ancora incontaminato.

Primo Giorno
L'isola di Ortigia, una passeggiata tra arte e shopping, bellezze naturali e amenità architettoniche.
 
In canoa nella Riserva Ciane-Saline.
 
Di locale in locale nella frizzante atmosfera di Ortigia.
Secondo Giorno
   
Non solo cultura: il parco della Neàpolis e un tuffo nel mare cristallino delle spiagge siracusane.
 
Gita fuori porta: fra un bicchiere di nero d'Avola, le rovine di Eloro e l'oasi faunistica di Vendicari
 
Serata d'atmosfera nel cuore della Sicilia barocca: Noto

 VEDI ANCHE:
 


 
 Siracusa

Ortigia, il Porto Piccolo

Pomodori Pachino nel vecchio mercato di Ortigia

Duomo, atrio

 
 
 
Itinerario giovane
Primo Giorno

Mattina
Si parte dal cuore della città, l'isola di Ortigia , col suo fascino e il suo incredibile concentrato di bellezze artistiche e culturali. Oltrepassato il Ponte Umbertino e i resti della Porta Urbica, unica traccia rimasta delle antiche fortificazioni greche, merita certo una visita il dorico tempio di Apollo , situato in largo XXV Luglio. La zona fra l'area archeologica e piazza Battisti è sede del variopinto mercato; sulle bancarelle, per i più golosi, tutti i più rinomati prodotti locali: pesci e frutti di mare freschissimi, ma anche pomodorini di Pachino, agrumi, mandorle di Noto e d'Avola, miele dei monti Iblei. Se, riemergendo dal mercato, si ha ancora voglia di shopping, magari d'altro genere, niente di meglio che perdersi fra le vetrine dell'animato corso Matteotti. Una volta raggiunta piazza Archimede, si può scegliere se vagare tra le bizzarrie dell'architettura barocca che dominano la via della Maestranza o proseguire lungo via Roma per raggiungere il bel Duomo barocco prima e, quindi, una volta percorso il lungomare del Foro Italico, la famosa fonte Aretusa , che si apre su una vasta terrazza affacciata sul mare.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Papiri nella Riversa  naturale fiume Ciane e saline

Riserva naturale fiume Ciane e saline

 
 
Primo Giorno
Siracusa: Itinerario giovane

Pomeriggio
Uno splendido itinerario naturalistico alle porte della città è quello che risale il fiume Ciane fino alla sua sorgente all'interno della Riserva naturale Fiume Ciane e Saline , alle porte della città. Il corso d'acqua scorre in un ambiente suggestivo e pittoresco, tra i pennacchi dei papiri spontanei difesi dall'ombra degli eucalipti, per sfociare dopo 8 km nel golfo di Siracusa. Prima di raggiungere le due sorgenti del fiume, che formano un profondo laghetto circolare, su un'altura a destra, si trovano i resti del tempio di Giove Olimpico dell'inizio del VI secolo a.C. La fonti del fiume Ciane si possono raggiungere in auto prendendo la strada per Canicattini Bagni, nota per la scuola di scalpellini, alla fine di via Paolo Orsi, e da lì si seguono le indicazioni. Ma per godere appieno della incontaminata bellezza di questa riserva, l'ideale è risalire il corso del fiume in canoa o barca a remi partendo dalla foce, con un'escursione di un paio d'ore dal Porto Grande, molo Zanagora.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Locali sul mare a Ortigia

 
 
Primo Giorno
Siracusa: Itinerario giovane

Sera
Di nuovo un tuffo a Ortigia, nel centro della night life cittadina. Dopo una passeggiata sul frequentatissimo lungomare Alfeo e un salto in piazzetta San Rocco, si può cenare alla trattoria La Foglia, per una leggera cucina mediterranea e vegetariana, o si risale verso il Duomo per fermarsi in piazza da Pescomare, tra piatti a base di pesce e frutti di mare. Per un drink dopo cena, poco distante c'è Il Fermento, wine bar dall'atmosfera casual in via del Crocifisso, o l'immancabile puntata sul lungomare di Levante con numerosi locali affacciati sul mare.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Siracusa

La tomba di Archimede nel Parco della Neapolis

Latomia del Paradiso

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario giovane
Secondo Giorno

Mattina
Visita al parco della Neapolis , dove sono custodite alcune tra le più importanti tracce del passato cittadino, come il teatro greco (ancora oggi sede di una prestigiosa stagione teatrale), l' anfiteatro romano o la fastosa ara di Ierone II , antico luogo di sacrifici. Comprese nell'area del parco si trovano inoltre le latomie , cave di pietra un tempo usate anche come carceri. Nelle vicinanze del parco, poi, per chi desidera continuare la passeggiata culturale, si trovano il Museo archeologico regionale Paolo Orsi , con oltre 18.000 pezzi esposti sulle varie civiltà susseguitesi nel territorio e l'interessante area delle catacombe . Per chi ha voglia di mare, ci si può godere qualche ora di sole e relax sull'affollata spiaggia dell'Arenella o in quella di Fontane Bianche, a circa 15 km dalla città lungo un'ammaliante costa sabbiosa. Entrambe sono bagnate da un mare limpidissimo, vero paradiso degli amanti della pesca e della fotografia subacquea.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Tartaruga marina nella Riserva di Vendicari

Riserva di Vendicari, una salina abbandonata

Rovine di Eloro

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Siracusa: Itinerario giovane

Pomeriggio
Per trascorrere un piacevole pomeriggio fra enoturismo, archeologia e natura, una volta lasciata Siracusa, ci si dirige verso Avola, uno dei più vitali centri agricoli della zona, il cui nome è legato alla produzione di uno dei vitigni siciliani più conosciuti in Italia e all'estero: il nero d'Avola . Se ne può degustare un bicchiere in una delle numerose aziende che punteggiano l'omonima strada del vino. Procedendo in direzione Pachino, meritano una breve visita le rovine di Eloro, che conservano tratti delle antiche fortificazioni del VI secolo a.C., le vestigia dell'agorà, del teatro e di altri edifici sacri. Fuori dalle mura si può ammirare il bel tempio di Demetra e Kore. Nelle immediate vicinanze, si trova la Riserva di Vendicari , una vera e propria oasi faunistica e naturalistica, che offre la possibilità di effettuare attività per tutti i gusti, libere o guidate: dal birdwatching al trekking, dalle "esplorazioni" archeologiche alle immersioni subacquee.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Noto, il Duomo

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Siracusa: Itinerario giovane

Sera
In serata vale la pena spingersi fino a Noto, a pochi chilometri da Avola, per fare quattro passi nel centro storico di una delle più belle e vivaci città barocche dell'isola. Nelle immediate vicinanze dei più affascinanti monumenti della città e di molti intriganti locali dove trascorrere il dopocena, si trova la trattoria del Carmine, ottima cucina casalinga a base di piatti tipici. Se si ha voglia di ballare, sulla strada del ritorno per Siracusa, il posto giusto è Le Piscine, la discoteca del Venta Club di Fontane Bianche, verso Cassibile.
 VEDI ANCHE: