Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 













Genova
Itinerario insolito
Genova - Apt Genova
I dintorni di Genova offrono la possibilità di scoprire bellezze architettoniche e paesaggistiche di grande rilievo. Il Parco urbano delle Mura ci riporta in dietro nel tempo fra torri, forti e possenti mura che proteggevano la città. Mentre la costiera genovese di levante e di ponente ci offre panorami romantici del golfo, dalle alte scogliere, dagli antichi giardini o dalle eleganti dimore di villeggiatura della nobiltà cittadina

Primo Giorno
Un viaggio indietro nel tempo attraverso il Parco urbano delle Mura, fra torri, forti e l'inespugnabile cinta muraria
 
Immersi nella natura si domina la città dall'alto, la vista spazia dal Santuario della Madonna della Guardia al Monte Antola
 
I piatti saporiti della tradizione ligure, poi una passeggiata notturna per ammirare la Cattedrale e Palazzo Ducale
Secondo Giorno
   
Passeggiate romantiche e suggestive atmosfere degli antichi borghi marinari procedendo verso Levante
 
Una romantica passeggiata fra le scogliere e i parchi di ville antiche che attirarono nei secoli nobili e artisti
 
A cena avvolti da una calda atmosfera nel cuore di Genova, poi al porto per ammirare le luci della sera
Terzo Giorno
   
Lungo il versante di ponente riscopriamo le antiche dimore di villeggiatura della nobiltà genovese
 
Il gusto raffinato dei giardini, dei parchi e delle ville nobiliari di Pegli, Prà e Voltri, e il Museo Navale
 
La vita che si anima dopo il tramonto nelle vecchie trattorie e nelle cantine, fra i carruggi o e le piazzette

 VEDI ANCHE:
 


 
 Genova

Il golfo e la città - Apt Genova

La Lanterna - Genova

Un tratto della cinta muraria - Genova

 
 
 
Itinerario insolito
Primo Giorno

Mattina
Il tragitto che conduce alla scoperta delle alture della città riserva molte sorprese, ma è piuttosto lungo ed è il caso di compierlo in auto. Si parte dal porto per spingersi ad ovest, verso San Benigno, ed esattamente procedere verso via San Bartolomeo del Fossato, oltre piazza Dinegro. Ci stiamo dirigendo verso i forti che nel XVII secolo proteggevano la città insieme all'imponente cinta muraria, risultata nei secoli inespugnabile. L'ampio arco che possiamo notare uscendo da Genova è Porta degli Angeli, che nei secoli scorsi costituiva l'accesso alla città per chi proveniva da ponente. Proseguiamo per spingerci più su, in via Mura di Granarolo, la strada è piuttosto tortuosa e ripida ma regala splendidi panorami e la vista spazia dalla Lanterna, edificio simbolo di Genova, al Porto Antico. L'opera di fortificazione che ci accingiamo a visitare è inserita all'interno del Parco delle Mura che si estende per circa 20 chilometri e fu potenziata fra il XVIII e il XIX secolo con numerosi forti come Forte Begato, di recente ristrutturato, che fu eretto all'inizio del XIX secolo dal genio militare sabaudo. La visita sprigiona tutto il suo fascino, riconducendoci indietro nel tempo. L'intera area rappresenta un luogo di alto interesse storico, architettonico e paesaggistico, per la ricchezza di flora, vi crescono più di 900 specie vegetali, e fauna, infatti molte persone appassionate di bird e butterfly watching si recano da queste parti.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Vista sul Parco delle Mura - Genova

Una torre del parco - Genova

La Fortezza Castellaccio - Genova

 
 
Primo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Pomeriggio
L'escursione attraverso il Parco delle Mura è resa più piacevole dai punti di sosta che si incontrano lungo la strada. Ci stiamo muovendo all'interno del più ampio polmone verde di Genova, che si estende per circa 1200 ettari. Da qui lo sguardo abbraccia l'intera baia, dal Santuario della Madonna della Guardia al Monte Antola e ai forti della Val Bisagno. La nostra prossima tappa lungo il cammino della cinta muraria è il Forte Sperone, austero e imponente, situato al vertice delle Mura Nuove, quelle risalenti al 1630. Il forte è protetto da un fossato e in cima all'ingresso si può notare lo stemma di Casa Savoia. Se il tempo lo consente, nella belle giornate, quando il cielo è terso, da qui lo sguardo si spinge fino alla Val Polcerva e la Val Bisagno. È piacevole venirvi d'estate quando l'antico edificio ospita numerosi spettacoli. In pochi minuti ci troviamo a 800 metri sul livello del mare e dominiamo l'intera città. Il nostro percorso prosegue e lungo il cammino possiamo ammirare altri forti come il Forte Diamante, alto 667 metri che costituì il primo baluardo della città, o il Forte Puin, fra i meglio conservati che domina su tutto il Parco delle Mura. Scendiamo verso Righi e il Castellaccio, un altro bastione strategico che si trova lungo la cinta muraria. I genovesi amano recarvisi per respirare aria pura immersi nella natura. Qui si può sostare al parcheggio per ammirare i luoghi e notare la linea della Ferrovia Genova-Casella.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Palazzo Ducale - Apt Genova

 
 
Primo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Sera
A cena si può godere dei piaceri della tavola con i piatti saporiti della tradizione ligure, dal pesto alla genovese ai dolci tipici, il tutto innaffiato da buon vino, alla Trattoria della Raibetta. Poi per lasciarsi affascinare dalle eleganti piazze e i palazzi nobiliari si può raggiungere in passeggiata Palazzo Ducale e la piazza della Cattedrale di San Lorenzo, o preferire l'atmosfera più intima di piazza della Erbe o di Campopisano.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Genova

Palazzo San Giorgio - Genova

Teatro Carlo Felice - Apt Genova

Boccadasse - Genova

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario insolito
Secondo Giorno

Mattina
Un itinerario suggestivo da compiere fuori dal centro storico è quello che si snoda lungo la costa in direzione di levante. Diversi sono i luoghi che meritano di essere visitati, sia di interesse storico, o architettonico, che paesaggistico. Per un tratto sarà conveniente muoversi con l'autobus che parte da piazza Caricamento, vicino a Palazzo San Giorgio, in direzione Nervi, o da piazza De Ferrari, dove sorge il Teatro Carlo Felice. Poi bisognerà procedere a piedi per poter apprezzare i borghi marinari e i percorsi che si snodano a lungo le scogliere, dove lasciarsi affascinare dallo splendido panorama sul golfo. La prima tappa è Boccadasse, un grazioso porticciolo, dove è piacevole concedersi una passeggiata sul lungomare su cui si affacciano locali, ristoranti e stabilimenti balneari. Il litorale si riempie nelle belle giornate di gente in bicicletta e giovani sui pattini o sugli skate-board. Nei paraggi merita una visita l'Abbazia francescana di San Giuliano. Proseguiamo, quindi, e il prossimo centro che incontriamo è Quarto, antico paese di pescatori, ma la nostra destinazione è Nervi piccolo borgo marinaro dalle antichissime origini, come testimoniano il castello e il ponte romano. Il colpo d'occhio è gradevole con le casette dai colori vivaci, i gozzi attraccati al porticciolo, da cui partono d'estate i battelli per le altre cittadine costiere, e dove, se il tempo lo consente, si può affittare una barca per un'escursione lungo la costa.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Porticciolo di Nervi - Apt Genova

Parco di Nervi - Genova

Scogliera di Nervi - Genova

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Pomeriggio
Dal porticciolo inizia la romantica passeggiata a mare Anita Garibaldi che si snoda fra gli scogli fino a Sant'Ilario Basso, passando accanto alla Torre di Gropallo. Circa due chilometri a piedi nella natura, fra agavi, ulivi e tamerici, a strapiombo sul mare, fiancheggiata da locali che si animano la sera di giovani. Lo scenario è spettacolare e la vista si estende lungo la costa, fino al promontorio di Portofino regalando atmosfere romantiche che incantarono nobili ed artisti inglesi, tedeschi e russi. D'estate si può cenare lungo la scogliera in qualche trattoria, protetti dalla tramontana, per gustare qualche piatto tipico e godersi il panorama. Poco distante da qui si apre il Parco di Gropallo, che si estende dalla stazione ferroviaria verso est lungo via Casotti. Fra alberi secolari, laghetti e viali ombrosi che si aprono su scorci mozzafiato. Al suo interno sorge Villa Serra, di origine seicentesca, all'interno della quale possiamo visitare la Galleria di Arte Moderna con opere di artisti italiani del 1800 e del 1900, e nel parco il grande roseto. Sempre in zona è situata la splendida Villa Grimaldi Fassio che ospita la raccolta dei fratelli Frugone, una ricca collezione di dipinti, sculture, incisioni e disegni databili fra la seconda metà del XIX secolo e il 1930, di artisti italiani e stranieri. Infine, a pochi chilometri di distanza, procedendo verso levante, immersa nel parco a picco sul mare, si trova Villa Luxoro. La dimora gentilizia merita una visita, sia per la splendida ambientazione che per le collezioni dell'omonima famiglia che vi sono conservate, come la raccolta di orologi, di ceramiche e statuine da presepio.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Il Porto Antico - Apt Genova

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Sera
Rientriamo in città per goderci l'accogliente atmosfera di uno di ristoranti più amati a Genova, il Pintori, situato all'interno di un palazzo del XII secolo. Poi per apprezzare al meglio la città ci si può recare al Porto Antico, simbolo della rinascita cittadina, per approfittare della vita notturna dei locali di via del Mare o fare una passeggiate per godersi le luci del golfo.
 VEDI ANCHE:
   

 
 Genova

Il golfo - Apt Genova

La Lanterna - Apt Genova

Villa Durazzo Pallavicini - Genova

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario insolito
Terzo Giorno

Mattina
Il percorso che interessa la parte occidentale del golfo di Genova è quella che si spinge oltre la Lanterna e si snoda attraverso Sestri Ponente, Pegli, Prà e Voltri. Ci troviamo nei luoghi della tradizione industriale genovese, dove i paesini che si susseguono hanno assunto caratteristiche da quartieri portuali. Tuttavia in quest'area si conservano intatte antiche residenze nobiliari, luoghi di villeggiatura delle famiglie più blasonate di Genova. La visita di questi luoghi permette, quindi, di lasciarsi cogliere da numerose sorprese, come la bellezza selvaggia della Val Varenna, che si apre alle spalle di Pegli, una zona boscosa e ricca di cascatelle e laghetti, dove la natura si conserva incontaminata. Ma in generale l'intera zona di Pegli è costellata da numerose ville, testimonianza di un passato glorioso della zona di ponente che vale la pena conoscere. Il nostro itinerario che si sviluppa fra piccoli borghi e ampi spazi verdi ci conduce a Villa Durazzo Pallavicini che sorge a Pegli. L'antica dimora gentilizia conserva il fascino dell'architettura settecentesca che si manifesta nell'eleganza del gusto neoclassico e nella cura della realizzazione dell'ampio giardino che la circonda. Di particolare bellezza il paesaggio costruito in modo armonico, caratterizzato da colline e laghetti, edifici di gusto esotico e grandi alberi secolari. La villa è oggi sede del Museo Civico di Archeologia Ligure, motivo che, fra le altre cose, la rende uno dei punti di attrazione di quest'area.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Villa Centurone Doria - Genova Pegli

Villa Lomellini Rostan - Genova Pegli

Villa Podestà - Genova Prà

 
Inizio
prec.
succ.
 
Terzo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Pomeriggio
Sempre a Pegli esiste un'altra antica dimora di villeggiatura che è Villa Centurione Doria, elegante residenza cinquecentesca di campagna di una delle famiglie più altolocate di Genova. Entriamo per dare un'occhiata ai due cicli di affreschi di soggetto mitologico e per visitare il Museo Navale, poi concediamoci una passeggiata nell'ampio parco che si estende tutt'intorno. Restando a Pegli si può visitare anche Villa Lomellini Rostan, anch'essa sede di villeggiatura di una nobile famiglia che venne costruita nel XVI secolo. L'edificio è ben conservato, ma per comprenderne a pieno il fascino bisogna immaginarla circondata da un grande parco che ormai non esiste più. Lungo il nostro itinerario incontriamo Prà, altro borgo del ponente genovese e altra meta di villeggiatura della nobiltà cittadina. Qui si trovano alcune famose ville come la Podestà, la Lomellini, la De Mari o la Neurone. Siamo giunti alla destinazione finale: Voltri, che conserva un grazioso centro storico con le tipiche case colorate. Sopra il paese si trova il borgo di Acquasanta, noto per le sue terme sulfuree, dove ci si può recare per visitare un interessante Museo della Carta, testimonianza di una delle principali attività della zona. E sempre in zona merita una visita la Villa Duchessa di Gallieri, elegante e sontuosa la villa è circondata dal parco più vasto della città, con un giardino all'italiana, arricchito da boschetti, prati e gioielli architettonici, e popolata da daini, pavoni e caprette tibetane. Durante la visita ci si può spingere fino al Santuario delle Grazie dove riposano le spoglie della contessa.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Cantine Squarciafico - Genova

 
Inizio
prec.
 
Terzo Giorno
Genova: Itinerario insolito

Sera
In città la sera per godersi la vita che si anima nella antiche trattorie e nelle cantine ci si muove fra le piazzette e i carruggi. Dove si trovano i locali che offrono un'atmosfera tipicamente genovese: alle Cantine Squarciafico, ad esempio, oppure alla Cantina Embriaci. Si gusta del buon vino e qualche piatto tipico, e si trascorre qualche ora in un ambiente caldo ed accogliente.
 VEDI ANCHE: