Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 













Reggio Calabria
Itinerario insolito
Tutti conoscono la Reggio Calabria dei Bronzi di Riace e dell'arte classica, ma fra le sue vie a scacchiera si nascondono altri interessanti luoghi da visitare per conoscere da vicino tradizioni antiche come l'arte del tessere la seta, la lavorazione della ceramica, la creazione delle sculture per i presepi natalizi e l'abilità nella costruzione degli strumenti musicali. Il gusto per la manualità e la ritualità di gesti silenziosi, meno appariscenti ma ugualmente importanti.

Primo Giorno
Shopping al Centro Documentazione arti popolari calabresi e una visita al Museo dell'artigianato tessile e della seta.
 
Il museo dello strumento musicale e il Museo dei presepi: due piccole chicche.
 
Visita al castello Ruffo e a Chianalea, il quartiere dei pescatori. Cena nello splendido scenario di Scilla e della Costa Viola.
Secondo Giorno
   
Il piccolo museo San Paolo (che custodisce un'infinità di opere sacre, alcune davvero notevoli) e l'omonima chiesa adiacente.
 
Passeggiata lungo Corso Garibaldi: Palazzo Corigliano, la chiesa Battista e San Giorgio al Corso, il Teatro Francesco Cilea.
 
Cena in un tipico ristorante calabrese.

 VEDI ANCHE:
 


 
 Reggio Calabria

Costume tipico

Pascoli della zona

 
 
 
Itinerario insolito
Primo Giorno

Mattina
Per scoprire la vera essenza delle tradizioni reggine vale la pena fare un salto al Centro Documentazione arti popolari calabresi, per conoscere e apprezzare da vicino gli oggetti della più antica cultura locale, dalla ceramica alla lavorazione del legno, dalla tessitura al ferro battuto. Qui è anche possibile acquistare le ceramiche artigianali, le maschere apotropaiche e i prodotti tipici. E poi una visita, da effettuarsi su appuntamento perché il percorso è interamente guidato, al Museo dell'artigianato tessile e della seta, dove scoprire la storia della tessitura e del passaggio dall'antico telaio manuale alle moderne tecniche industriali.
 VEDI ANCHE:
   
   
 



 
 
Primo Giorno
Reggio Calabria: Itinerario insolito

Pomeriggio
Per continuare il viaggio alla scoperta dei lavori artigianali, quelli che hanno il profumo del tempo e della lavorazione manuale, un visita ai due musei privati: il Museo dello strumento musicale e il piccolo Museo dei presepi, dove sono raccolte statuine provenienti da tutto il mondo e appartenenti agli ultimi due secoli.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Costa di Reggio

 
 
Primo Giorno
Reggio Calabria: Itinerario insolito

Sera
La sera, Scilla si offre con tutto il suo fascino e le incredibili sfumature viola (da qui il nome di costa Viola) del suo mare. Per godere in pieno di questo scenario non c'è niente di meglio di una bella cena proprio sul mare.
 VEDI ANCHE:
   


 
 Reggio Calabria

Terme romane

Museo Nazionale

 
Inizio
 
succ.
 
Itinerario insolito
Secondo Giorno

Mattina
Andando alla scoperta delle ricchezze segrete di Reggio Calabria, impossibile non fare un salto al Piccolo Museo di San Paolo, una pinacoteca non lontana dal Castello aragonese che offre al pubblico dei veri tesori dell'arte religiosa di tutti i tempi. Il museo si trova nelle due sale adiacenti l'omonima chiesa di San Paolo, situata nei pressi della Rotonda, anch'essa luogo da non perdere visto il belvedere sulla città e sul mare.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Corso Garibaldi

Lungomare

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Reggio Calabria: Itinerario insolito

Pomeriggio
Corso Garibaldi è la vera e propria anima della città, non solo la principale strada del centro storico, ma luogo di incontro e di passaggio per migliaia di reggini e turisti che passeggiando lungo il corso visitano i negozi, si riposano nei bar o si godono uno dei fantastici dolci delle pasticcerie. Lungo più di due chilometri, Corso Garibaldi congiunge la zona nord della città, dove si trova il Museo Archeologico Nazionale, ai quartieri meridionali, per intenderci quelli oltre la Villa Comunale. Camminando da nord a sud lungo la strada si incontra sulla destra il Palazzo Corigliano, in stile liberty e la Chiesa battista. Circa cento metri più a sud, sulla sinistra sorge il neoclassico Teatro Comunale Francesco Cilea, appunto dedicato al massimo compositore calabrese.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Maccheroni alla calabrese

 
Inizio
prec.
succ.
 
Secondo Giorno
Reggio Calabria: Itinerario insolito

Sera
Cena in un tipico ristorante calabrese per assaggiare la cucina locale, piccante, forte e decisa.
 VEDI ANCHE: