Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Mercoledì 25 Aprile 2018 














Aosta
Personaggio storico
Anselmo d'Aosta
Teologo, dottore della Chiesa e in seguito santo (Aosta 1033-Canterbury 1109), ricevette la prima educazione religiosa dalla madre, ma i contrasti con il padre lo allontanarono ancora giovane dalla famiglia. Rifugiatosi nel monastero benedettino di Bec, in Normandia, tre anni dopo (1066) diventò priore e direttore della scuola del monastero; nel 1078 fu eletto abate. Da qui si trasferì in Inghilterra, dove riorganizzò la vita monastica e nel 1093 fu nominato arcivescovo di Canterbury. Si oppose fermamente all'invadenza del potere politico nell'ambito religioso e per questo si scontrò ripetutamente con i re Guglielmo ed Enrico. Ma alla fine si riconciliò con Enrico e trascorse i suoi ultimi anni diviso tra gli studi e il lavoro pastorale.
Anselmo fu il maggior precursore di quella corrente della chiesa che ha il suo massimo esponente in Tommaso d'Aquino e che considera la fede come punto di partenza dell'indagine razionale che, se rettamente orientata, non può che confermare i dati della Rivelazione. Un metodo sintetizzato nel motto di Anselmo Credo ut intelligam (credo al fine di comprendere). Seguendo questo metodo, Anselmo cercò di provare l'esistenza stessa di Dio con l'argomento a priori (detto in seguito ontologico), esposto nel Proslogion. In esso si afferma che non si può ammettere l'idea di Dio, essere perfetto, senza ammetterne l'esistenza. Infatti, posto che l'idea di Dio è quella di un ente di cui non è fatto pensare ente maggiore, se questo essere non esistesse non sarebbe il massimo ente, perché maggiore di esso sarebbe quello che si pensasse esistente non solo nella mente ma anche nella realtà. L'argomentazione elaborata da Anselmo ha scatenato infinite discussioni nel corso della successiva storia della filosofia.
Ad Aosta, in via Sant'Anselmo 66, si trova la Casa di Sant'Anselmo (rifatta nel 1509 e in seguito ancora rimaneggiata), dove la leggenda vuole che il santo sia nato.



 VEDI ANCHE: