Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Mercoledì 26 Aprile 2017 

  Calabria, i suoi musei
   
Scheda museo
 
 
Museo Provinciale

E’ stato riaperto dopo otto anni lo stesso giorno della sua prima inaugurazione.

Era il 4 maggio 1879 quando l’avv. Antonio Cannoni, il prof. Domenico Marincola Pistoia e l’avv. Antonio Serravalle sottoscrivevano il verbale di inaugurazione nei locali di piazza Tribunali (oggi piazza Rosario).
Nacque come contenitore vario con al suo interno quadri, ceramiche, sculture e monete provenienti da collezioni private e da ex conventi disciolti e demanializzati dopo l’Unità d’Italia. Nel corso del tempo ha acquisito altri reperti archeologici e preistorici.
Con successive acquisizioni dovute all’azione di sostegno all’arte nel territorio calabrese, portato avanti dall’Ente Provincia, il patrimonio di quadri è stato arricchito fino ad arrivare a circa 200 opere tra cui 43 di Andrea Cefaly senior, che costituisce il maggior nucleo organico in Italia in possesso di un ente, un olio su tela di Mattia Preti (“I due filosofi” Eraclito e Democrito) ed una di Battistello Caracciolo (la “Madonna in gloria”).
Il Museo Provinciale, inaugurato di nuovo, il 4 maggio 2001, al momento ha natura prettamente archeologica mentre, per l’esposizione dei capolavori artistici e delle sculture (la Provincia ha anche una delle poche gipsoteche d’Italia costituita da 34 opere di Francesco Jerace), si attende l’inaugurazione della Pinacoteca Provinciale in via Alessandro Turco.
Attualmente è esposta una parte dei reperti litici di epoca preistorica (circa 1000 pezzi) donati negli anni venti dal paleontologo Foderaro, (documento unico della preistoria calabrese), 8000 monete, l’elmo di Tiriolo del III e IV secolo a.C., il Cavaliere di Petelia (l’attuale comune di Strongoli) che è una scultura in bronzo del II cap. d.C. , capitelli e cippi marmorei dell’area crotonese, ceramiche e reperti esotici raccolti da viaggiatori di fine 800.Il museo è organizzato in 27 vetrine con un percorso didattico costituito da pannelli posti sulle pareti delle sale.
Alcune riproduzioni fotografiche di quadri di particolare valore artistico e documentale, esemplificano la dinamica e la formazione del museo nei suoi 123 anni di storia.
Punti d'interesse

Servizi

Indirizzo

Villa Margherita - Catanzaro
Catanzaro
tel.: +39-0961 720019
Orari

Da Lunedì a venerdì dalle 10 alle 13,30
e dalle 15,30 alle 17,30
e Sabato e Domenica alle 9 alle 12,30
Giorno chiusura

Lunedì 
Costo ingresso

Gratuito
Proprietà

pubblico
 
 
 VEDI ANCHE: