Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Giovedì 14 Dicembre 2017 
Versione italiana


 
 
 
 
Alla scoperta della Puglia
Puglia per tutte le stagioni

 
Indice
 
   
   
 
Consigli firmati
 
   
   
 
Consigli firmati


La guida "Itinerari d’autore", disponibile in alberghi e masserie pugliesi a 4 e 5 stelle, in gallerie e musei, presso i tour operator e le agenzie di viaggio, propone otto percorsi consigliati da altrettanti pugliesi d’eccezione: il magistrato e scrittore Gianrico Carofiglio, Anna Dello Russo, direttore editoriale di Vogue, il regista Alessandro Piva, la ballerina Elisa Barucchieri, il musicista Nicola Conte, la gallerista Marilena Bonomo, la designer Regina Gambatesa e lo scultore Peppino Campanella. Attraverso i loro occhi si scoprono luoghi, profumi e colori insoliti capaci di sollecitare la curiosità dei viaggiatori. Così dal Gargano alla Daunia, dalla Puglia Imperiale alla Terra di Bari, dalle Murge baresi e tarantine alla Costiera Ionica, dai trulli e dalla Valle d’Itria a Lecce e al Salento, sono tanti gli itinerari da percorrere.
Da non perdere, a nord di Bari, il Parco Archeologico e l’Antiquarium di Canne della Battaglia dove le legioni romane furono sconfitte dai Cartaginesi di Annibale nel 216 a.C., e l’antica città di Canosa di Puglia con la Basilica di San Leucio, gli Ipogei Lagrasta e la mostra di Palazzo Sinesi con i famosi vasi canosini. Da qui, lungo la strada che conduce a Margherita di Savoia, tagliando le Saline, si assiste a uno spettacolo davvero suggestivo: i bacini con le acque dal colore rosso e i fenicotteri e migliaia di altri uccelli che si alzano in volo.
Nelle Gravine dell’arco ionico sembrerà di stare in un canyon americano: crepacci profondi scavati nella roccia, grotte naturali, terrazze a mezz’aria, pareti scoscese. Laterza è il canyon più grande d’Europa, mentre Massafra è definita Tebaide d’Italia, perché conserva numerose grotte. Nel Salento si va alla scoperta di chiese paleocristiane e frantoi ipogei: difficili da trovare, ma spesso di una bellezza che lascia senza parole. E poi c’è il Salento delle torri, delle colombaie, dei dolmen e dei menhir, espressioni di culti solari, a pochi chilometri da Otranto. Ce n’è per tutti i gusti: per gli amanti della natura incontaminata, delle bellezze storico-monumentali, della cultura rupestre, dell’artigianato e dell’enogastronomia.
E allora, benvenuti in Puglia, una regione da scoprire in tutte le stagioni.



Iniziativa finanziata con fondi UE


 
Vieste e il Pizzomunno

Iniziativa finanziata con fondi UE
 
     


 VEDI ANCHE: