Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 







Scegli un comune:

Scoprire la provincia e il suo territorio.


Se Roma è nota per la sua storia e la sua arte, la provincia non è da meno e vale senz’altro la pena di visitarla giacché ciascuno dei suoi 119 comuni può offrire bellezze paesaggistiche e monumentali di grande richiamo, senza considerare aspetti altrettanto interessanti come quello gastronomico, artigianale e folcloristico; un territorio talmente vario da fornire grandi potenzialità turistiche. Gli appassionati di storia e arte potranno trovare nei vari comuni resti di ville e terme romane, tombe etrusche, castelli medievali o rinascimentali, rocche, eremi, musei, borghi dove il tempo sembra essersi fermato; chi ama la vacanza a contatto con la natura, invece, non avrà che da scegliere tra il lago, il fiume, il mare, la montagna, la collina con vigneti e oliveti, le riserve e i parchi naturali disseminati in tutto il territorio. Sarà possibile percorrere una delle antiche vie consolari e addentrarsi nella provincia, magari seguendo il nutrito calendario delle feste e delle sagre: tutto ciò consentirà di riscoprire tradizioni e costumi che, altrimenti, rischiano di cadere nell’oblio. Anche l’artigianato e la gastronomia costituiscono motivi di attrattiva. Viaggiando lungo questi itinerari si potranno degustare i prodotti tipici della cucina, semplici, genuini e particolarmente invitanti, come l’ottimo olio di oliva extra vergine, i formaggi e i numerosi vini a denominazione di origine controllata.

La provincia di Roma appare come un grande libro di storia, un museo senza pareti né bacheche, un continuo susseguirsi di suggestivi paesaggi; in base alla legge della Regione Lazio del 15 maggio 1997 n.9, si è ritenuto opportuno suddividere il suo territorio in sei aree turisticamente omogenee, alle quali è stata aggiunta l’area di Roma. Ciascuna delle aree si distingue per una sua caratteristica, sia a livello ambientale sia a livello storico-culturale.Partendo da Roma e dirigendosi verso nord, si trova l’Area Nord-Ovest che da Fiumicino giunge fino ai tre comuni rivieraschi del Lago di Bracciano; proseguendo in senso orario segue l’Area della Valle del Tevere, quindi quella Tiburtino-Sublacense che ha in Tivoli e Subiaco i suoi centri più noti e confina con l’Area Prenestina e dei Monti Lepini, dove sorge Palestrina, celebre per i suoi splendidi mosaici. Le ultime due aree sono quella dei Castelli Romani, certamente la più conosciuta, e quella del Litorale Sud, confinante con la provincia di Latina.

All’interno di ciascuna di queste aree si possono tracciare diversi itinerari "del gusto", secondo una domanda oggi sempre crescente di percorsi lontani dal caos delle grandi città: cosa c’è di meglio, infatti, che unire una gita in bicicletta, una passeggiata a piedi o a cavallo immersi nelle bellezze della natura con la visita a un museo o a un castello, o con la riscoperta di prodotti genuini e tradizioni secolari?

Assessorato al Turismo
indietro
 VEDI ANCHE: