Agenzie Turistiche Locali
Turismo Torino
Itinerario 1
Itinerario 2
Montagne DOC
Itinerario 1
Itinerario 2
Canavese e Lanzo
Itinerario 1
Itinerario 2
Cartografia
Montagne olimpiche
di Torino 2006
Parchi
Enogastomia
Informazioni

Guida alla
Provincia di Torino



Credits
 
Provincia di Torino  
Montagne DOC, ATL Valli di Susa del Sangone e di Pinerolo
 

La via Francigena
valle delle abbazie


La Sacra di San Michele è uno dei monumenti più visitati del Piemonte ,sentinella all’imbocco della Valle di Susa. anticamente chiamata “Valle Francigena” è importante tappa di un itinerario ai luoghi d’arte e di culto medioevali.

Gastronomia
Natura
 

La Sacra di San Michele,
sentinella all’imbocco
della Valle di Susa.
La Valle di Susa, via di transito che collega la pianura con i valichi alpini per la Francia, è percorsa da un ramo della celebre Via Francigena.
Uscendo dalla A32 a Rosta, sulla SS 25 scorgiamo la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, complesso fondato alla fine del XII secolo; all’interno della chiesa vari cicli di affreschi dei secoli XIV-XV, alcuni dei quali attribuiti a Giacomo Jaquerio, e un polittico di Defendente Ferrari del 1531.
Ad Avigliana troviamo le chiese di San Giovanni (tavole di Defendente Ferrari) e di Santa Maria. Fuori le mura, la Chiesa di San Pietro, sulla collina le suggestive rovine del castello. Da Avigliana si sale al Monte Pirchiriano (12 km), sulla cui cima si erge la Sacra di San Michele, uno tra i più grandi complessi architettonici religiosi di epoca romanica d’Europa; l’Abbazia, interamente in pietra, fu iniziata negli ultimi anni del X secolo e nel XII vi prestarono la loro opera maestranze padane (Porta dello Zodiaco).
All’interno della chiesa affreschi cinquecenteschi e il trittico d’altare opera di Defendente Ferrari.
Ritornando a valle, riprendiamo la SS 24 o la SS 25, che corrono parallele in direzione di Susa. All’altezza di Villar Focchiardo, in una conca a quota 1170 metri, sorge la raccolta Certosa di Montebenedetto (XIII sec.).
Addossata alla Cattedrale di San Giusto, sorge la Porta Savoia (su fondazioni romane del III sec d.C.), oltrepassata la quale ci si trova nel medievale Borgo dei Nobili. Importanti le testimonianze della Susa romana: l’Arco di Augusto, le Terme Graziane e l’Anfiteatro.
Dalla SS 25 entriamo in Val Cenischia dove si trova l’Abbazia di Novalesa. Eretta nel 726, abbandonata dai benedettini in seguito alle

Uno degli affreschi
che ornano l’interno
della Sacra di San Michele.
incursioni saracene del X sec., risorse e svolse per secoli la funzione di ospizio dei pellegrini in transito. Oggi i monaci conducono un laboratorio di restauro dei libri antichi. All’interno del recinto murario quattro cappelle: quella dedicata a Sant’Eldrado conserva affreschi di età romanica.
Ad Avigliana, nel borgo storico, si possono osservare edifici tardo medievali (Casa della Porta Ferrata e Casa Senore, Torre dell’Orologio), Superato lo scenografico Castello di San Giorio, sulla SS 25 si oltrepassa la zona degli orridi, compresa tra Chianocco e Foresto.
Susa, in posizione strategica tra Torino e i valichi del Moncenisio e del Monginevro, è dominata dal Castello della Marchesa Adelaide.

Provincia di Torino - Assessorato Turismo e Sport - Via Maria Vittoria, 12 - Torino