Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Venerdì 15 Dicembre 2017 



Weekend fuori porta

Regione  »


 

Itinerario »      
   

 
Paesaggi caraibici dal mare cristallino, candide spiagge incoronate dalle pinete spontanee, montagne, boschi secolari e tanta storia, antica e recente. Il Sulcis Iglesiente è un angolo di Sardegna ancora magnificamente selvaggio.

Itinerario »      
   

 
Un fine settimana all'insegna del movimento lento, con due proposte di turismo ferroviario alla scoperta di affascinanti paesaggi alpini e lacustri. I treni rossi, panoramici e modernissimi del Bernina Express vi porteranno dal cuore della Valtellina alla rinomata St. Moritz e nel Cantone dei Grigioni, in Svizzera, in un viaggio lungo una ferrovia che è entrata a far parte del Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Quello della linea Palazzolo sull'Oglio-Paratico Sarnico è invece un fascino d'altri tempi, grazie ai vagoni d'epoca trainati da una sbuffante locomotiva a vapore del TrenoBlu.

Itinerario »      
   

 
Terre dove la produzione di vino ha una tradizione antichissima, le Langhe sono un capriccioso percorso di salite, discese e pendii che racchiudono i vigneti più preziosi del Piemonte: sono il regno dei nobili Barolo e Barbaresco, e poi del Nebbiolo, del Dolcetto e della Barbera. In pochi chilometri s'incontrano tutti i borghi più famosi della zona, in un succedersi di antichi manieri e di torri immersi nelle infinite distese di vigneti e coltivi.

Itinerario »      
   

 
Un viaggio dedicato al benessere nelle terre emiliane partendo dalle "miracolose" acque termali di Salsomaggiore Terme. Dopo una visita a Busseto, patria di Giuseppe Verdi, alla sontuosa reggia ducale di Colorno e a Parma, un'immersione nelle acque curatrici di Tabiano.

Itinerario »      
   

 
Una giornata a Grado, l'isola del sole, centro termale e di villeggiatura circondato dalle bellezze naturali della sua laguna. E poi le Terme di Lignano Riviera, un oasi termale immersa nel verde in cui abbinare relax e divertimento.

Itinerario »      
   

 
Da Conegliano a Valdobbiadene intercorrono più di 20 km, che possono diventare il doppio, o anche più, se si vuole esplorare in lungo e in largo la regione del Prosecco. Un complesso di colline ora dolci ora impervie, che dividono la Marca Trevigiana dalla vallata del Piave tra Belluno e Feltre: è la terra dove nasce una delle eccellenze enologiche italiane più apprezzate nel mondo.

Itinerario »      
   

 
Dalla montagna al mare che sfuma dal verde smeraldo al blu intenso, dalle antiche città ai borghi bizantini, sulla costa jonica la Calabria si conferma terra di grandi contrasti ma anche di grandi bellezze. È davvero difficile trovare in un solo itinerario una così ampia varietà di scelte.

Itinerario »      
   

 
Qual è la forma "ideale" di un'isola d'avventura? Deve avere coste frastagliate, sinuosi golfi e piccole baie nascoste, spiagge morbide e alte scogliere rocciose. Mari del Sud? No, mar Tirreno; si chiama Isola d'Elba. Benché la sua fama attuale sia soprattutto turistica e marina, essa vanta una storia quasi quadrimillenaria, basata sul ferro che le sue genti hanno estratto dalla preistoria a pochi decenni fa.

Itinerario »      
   

 
Sparso in uno dei mari tra i più cristallini di tutto il Mediterraneo, nella parte nord-orientale della Sardegna, l'Arcipelago della Maddalena viene considerato uno dei paesaggi più suggestivi al mondo, un territorio di rara bellezza e di straordinario pregio naturalistico e storico.

Itinerario »      
   

 
I monti che scendono nel mare attraverso ripide balze, che gli abitanti hanno con impegno e metodo terrazzato nei secoli. Una costa che regala a ogni tornante una vista o uno scorcio indimenticabili. Davvero un'emozione continua la strada che da Salerno porta a Positano attraverso la Costiera Amalfitana: terra di storia e di arte, ma, soprattutto, luogo di panorami unici in Italia.

Itinerario »      
   

 
Il Friuli-Venezia Giulia ha molto da offrire agli sciatori, tra conche soleggiate e località tranquille e attrezzate. Un fine settimana fra tre comprensori dove si può sciare lontano dalla folla e dalla frenesia delle stazioni più note: Piancavallo sulle Dolomiti Orientali, Sella Nevea e Tarvisio nelle Alpi Giulie, località che racchiudono l'offerta sciistica friulana agli estremi opposti della regione.

Itinerario »      
   

 
Natura incontaminata e vastità dei confini sono le caratteristiche essenziali dell'Altopiano di Asiago o 'dei Sette Comuni', un'oasi all'estremo nord del vicentino che in inverno si permea di un'incantevole atmosfera da favola. Con la sua particolare conformazione geografica, l'Altopiano è un immenso impianto sportivo a cielo aperto fruibile in ogni stagione.

Itinerario »      
   

 
Tra le cime dello Sciliar e l'estremità sud del Sassolungo, il caratteristico Sasso Piatto, si trova la distesa ondulata dell'Alpe di Siusi (Seiser Alm), il più vasto altopiano delle Alpi. I verdissimi prati estivi si trasformano nel paradiso dei fondisti in inverno, stagione che premia anche chi predilige lo sci da discesa, Un angolo di Dolomiti meritatamente considerato il paradiso per eccellenza dello sport invernale.

Itinerario »      
   

 
La regina indiscussa delle esperienze invernali, sci ai piedi, è la traversata della Vallée Blanche, per scivolare ininterrottamente da Courmayeur Punta Helbronner a Chamonix. Un itinerario lungo 24 km che attraversa ghiacciai, tocca seracchi, impressiona ed emoziona, permettendo di entrare in contatto diretto con la natura più intima del massiccio del Monte Bianco.

Itinerario »      
   

 
Nell'incomparabile scenario delle Crete, la rocca di Montalcino è l'estremo avamposto del territorio senese verso i boschi della Maremma e le alture che salgono in direzione del monte Amiata. Qui, in un paesaggio ben delimitato, dalle forme e dai colori indimenticabili, nasce uno dei più famosi vini italiani. E poi verso la bassa Val di Chiana, nel territorio dove nasce il Vino Nobile di Montepulciano, tra vigneti, cantine secolari e la visita agli straordinari borghi di Montepulciano e Chiusi.

Itinerario »      
   

 
Il territorio che si snoda tra le provincie di Bergamo e Brescia, caratterizzato da verdi colline coltivate a vigneti e arricchito dalla presenza del lago d'Iseo e dai tesori enogastronomici della Valcalepio e della Franciacorta. Qui, tra rigogliose vigne e dolci rilievi, è possibile percorrere le numerose strade del vino alla scoperta dei prodotti tipici, ma anche visitare castelli, chiese e monumenti storici, per poi finire in bellezza concedendosi il meritato riposo in uno degli stabilimenti termali della zona.

Itinerario »      
   

 
La Maremma del tufo è un territorio selvaggio e misterioso, dove si aprono gole tra boschi e foreste, intervallati da borghi di origine etrusca. Paesi che sembrano prodotti dal macigno stesso su cui si ergono, e che del macigno hanno lo stesso colore, odore, lo stesso carattere antico. Dalla laguna di Orbetello verso l'entroterra, alla scoperta degli incantevoli borghi di Pitigliano, Sovana, Sorano e delle misteriose vie cave, i ciclopici corridoi scavati dagli etruschi.

Itinerario »      
   

 
Il Trekking delle Leggende è un circuito ad anello tra le valli di Fiemme, Primiero e Fassa. L'itinerario, suddiviso in nove tappe, tocca alcuni dei paesaggi montani più belli d'Italia e porta gli escursionisti ad attraversare il cuore delle Dolomiti. Luoghi di eccezionale bellezza e valore ambientale, dal 2009 le Dolomiti sono entrate a far parte del Patrimonio Naturale dell'Umanità tutelato dall'UNESCO.

Itinerario »      
   

 
Montagne, colline e rare pianure segnate da borghi, castelli e conventi: l'Umbria è una terra a sé che conserva un'anima speciale. Così un viaggio in Umbria si trasforma in un viaggio nel tempo, capace di stupire con la bellezza di paesi antichi brulicanti di vita, con la bontà delle fonti termali che vi sgorgano dove ritrovare l'equilibrio perduto.

Itinerario »      
   

 
Il blu cangiante del mare, l'entroterra aspro e selvaggio, le tracce della storia, antica e recente, si incrociano in questo affascinante itinerario che percorre la parte meridionale della Sardegna. Un percorso vario e avventuroso, fra sterrati e serpentine, divertenti salsiscendi e spettacolari punti panoramici che collegano lunghe spiagge e calette nascoste. Circa 600 chilometri immersi nell'ambiente selvaggio del Gennargentu, conquistati dalle spiagge lambite dal mare cristallino, affascinati dall'epopea della civiltà nuragica e dalle fatiche dei minatori di ieri.

Itinerario »      
   

 
La Costa degli Etruschi è uno scrigno dove convivono armoniosamente mare e natura, arti e sapori. Un litorale orlato di pinete e spiagge di sabbia bianca finissima tra scogliere battute dal vento, un entroterra di dolci colli che celano bellezze e sapori indimenticabili.

Itinerario »      
   

 
Il gruppo del Sella è la montagna dei ladini, un massiccio montuoso che simboleggia un'area linguistica e culturale a cavallo tra le province di Trento e Bolzano. Il luogo è un incanto dal punto di vista paesaggistico e una vera e propria mecca per gli amanti delle escursioni alpine. Lo scenario offerto ai camminatori è quello delle verticali dolomitiche, delle praterie d'alta quota, dei nevai perenni. Il Sellaronda è un trekking ad anello che gira tutt'intorno al massiccio: per coprirlo completamente, in compagnia di una guida o un accompagnatore e ben attrezzati, occorrono 4 giorni e un buon livello di allenamento.

Itinerario »      
   

 
Citata da Dante nella Divina Commedia, frequentata da Casanova, Byron e D'Annunzio, la Riviera del Brenta, prolungamento ideale del Canal Grande a Venezia, esercita da sempre un fascino del tutto particolare su chi la visita. Lungo il naviglio che parte da Stra e sfocia nella laguna di Venezia, si susseguono ville, giardini, centri abitati, chiuse, il tutto intervallato da fertili campi.

Itinerario »      
   

 
La Val Vigezzo, la valle dei Pittori e patria dello spazzacamino: una splendida e pittoresca balconata sulla catena del monte Rosa. Pennellata da innumerevoli sfumature di verde e azzurro, proprio come la tavolozza del pittore. Aperta verso la Svizzera, la valle è percorsa dalla Vigezzina, la storica ferrovia che unisce le due nazioni attraverso un percorso panoramico di 55 chilometri tra gallerie, strapiombi e paesaggi incantevoli.

Itinerario »      
   

 
Strade antiche che parlano di storia e attraversano alcuni degli angoli più belli dell'Italia centrale. Ma, anche, strade ideali per le due ruote, alla scoperta di terre a volte dimenticate, della Maremma più autentica, delle antiche terre etrusche. Un itinerario divertente, che alterna curve, rettilinei, pendenze e tratti tortuosi: per assaporare il puro piacere della guida.

Itinerario »      
   

 
Solo l'imbarazzo della scelta attende il visitatore che giunge a Siena e alle campagne che la circondano. Il luogo offre la possibilità di vivere un intenso fine settimana, che, partendo dalla centrale piazza del Palio porta a scoprire le colline della Val d'Elsa e della Val d'Orcia, e prosegue alla volta degli storici paesi arroccati, tra i quali San Gimignano, Monteriggioni e Colle di Val d'Elsa.

Itinerario »      
   

 
Una 'due giorni' tra oliveti, streghe e cave di ardesia, in bilico tra l'azzurro del mare e il verde delle valli, ora dolci ora aspre, sempre pronte a dischiudere nuove sorprese e a far provare l'ebbrezza della guida. Mentre il clamore del turismo balneare si stempera sullo sfondo, è un piacere addentrarsi nei remoti borghi che profumano di antico.

Itinerario »      
   

 
Vicina a Milano e dai più considerata solo come terra di grande produzione e priva di vere attrattive turistiche, la Brianza è in realtà capace di stupire con le sue bellezze naturali e artistiche. Un itinerario con un occhio di riguardo anche per il benessere, con una giornata in una beauty farm all'avanguardia.

Itinerario »      
   

 
La Val d'Orcia è forse il luogo dove si può ammirare al meglio il "paesaggio toscano" per eccellenza: morbide colline percorse da filari di cipressi punteggiate da borghi turriti fuori dal tempo che custodiscono tesori d'arte e architettura, immersi in uno scenario armonioso. Arte, natura, benessere, grazie a straordinarie sorgenti termali, e grandi sapori, basti citare Sua Maestà il Brunello.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario motociclistico divertente, che parte dalla pianura e si snoda in un continuo saliscendi sui crinali delle colline e dell'Appennino. Un viaggio nelle terre d'Emilia tra Fidenza e Bologna, territorio punteggiato di borghi, castelli antichi e ricco di natura, dove affondano le radici anche le tante eccellenze della cucina emiliana.

Itinerario »      
   

 
Tra Lérici e Sarzana si estende il promontorio del Caprione, un susseguirsi di alture che offre panorami di rara bellezza, con una veduta che spazia dalle Alpi Apuane alla Versilia. Natura rigogliosa, fascino della storia tra borghi storici e castelli, oltre a numerose opportunità di sport e benessere.

Itinerario »      
   

 
Si dice che il destino dell'Oltrepò come terra di grandi vini fosse già insito nella sua forma "a grappolo". Ma oltre ai declivi ricoperti filari, è una terra dal paesaggio incredibilmente vario e interessante, attraversata da sentieri cicloturistici-escursionistici e da una Strada del Vino e dei Sapori, nonché arricchita dal potere curativo delle sorgenti termali di Salice Terme e Rivanazzano.

Itinerario »      
   

 
Un mare i cui colori sfidano quelli del vicino Gargano, una natura ancora selvaggia a pochi chilometri dal frequentatissimo Gargano. Non manca proprio niente alle Tremiti, per chi ama una vacanza sull'onda del mito e un po' isolati dal mondo.

Itinerario »      
   

 
Un'isola piena di ricchezze, dominata dalla grandiosità della natura, con l'emozione di trovarsi in una terra dove a determinare l'aspetto del paesaggio sono stati i fenomeni vulcanici. Bellezza, storia, resti di antiche civiltà, Pantelleria è la meta ideale per godere del sole e del mare, per camminare seguendo magnifici percorsi e, perché no, anche per praticare il surf e la vela.

Itinerario »      
   

 
Lasciati per una volta alle spalle Maiella e Gran Sasso, i grandi rilievi che da sempre caratterizzano la regione e ne costituiscono il cuore pulsante, si va alla scoperta della costa, la zona forse meno nota dell'Abruzzo. E i 140 km di litorale affacciato sull'Adriatico sono una meta davvero ghiotta per chi non sa rinunciare a una vacanza all'insegna del mare.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario che parte dal Parco Regionale del Conero, dove la costa adriatica s'innalza all'improvviso davanti a un mare limpidissimo che contrasta con il verde intenso della vegetazione. Attraversando i caratteristici borghi dalle radici antiche, incastonati come gioielli nelle colline, si prosegue verso sud per incontrare le spiagge e le località balneari dell'animata Riviera delle Palme.

Itinerario »      
   

 
Una meta da vip, palcoscenico del più esclusivo divertimento estivo. Un paradiso di acque incredibilmente limpide e spiagge di un bianco quasi surreale. Ma c'è molto altro: a cominciare da un entroterra costellato di importanti testimonianze storiche e architettoniche e caratterizzato da una natura unica. Una varietà tutta da scoprire per una vacanza a tutto tondo.

Itinerario »      
   

 
Parchi naturali, alpeggi, corsi d'acqua e sentieri, nordic walking park e tracciati per mountain bike, centri storici, tradizioni popolari e piatti tipici... sono solo alcune delle tante attrazioni della Val di Sole.

Itinerario »      
   

 
Alla scoperta della punta dello Stivale: chilometri di coste modellate dal lavoro millenario e instancabile del mare. Bizzarre e spettacolari scogliere che si alternano a spiagge bianchissime, accompagnate dall'incanto di uliveti, aranceti e vigneti. La magia della Calabria tirrenica è racchiusa in questo alternarsi di angoli segreti, borghi medievali sospesi nel tempo, spiagge incontaminate e, di contro, località affollate dai turisti.

Itinerario »      
   

 
Da Belluno a Bressanone, passando per Pieve di Cadore e Cortina d'Ampezzo, in uno degli itinerari più a misura di moto, tra continui saliscendi e panorami che variano a ogni tornante incorniciati dallo scenario incantevole delle cime dolomitiche. Un percorso tra i più apprezzati dai motociclisti di tutta Europa, tanto da essere considerato il "tour dei tour", immancabile nell'album dei ricordi del mototurista.

Itinerario »      
   

 
Un luogo d'incanto fatto di paesaggi pittoreschi, giardini fioriti e corone di montagne che si specchiano nelle acque del bacino lacustre. Un weekend alla scoperta di dimore storiche, orti botanici, musei e palazzi. Per gli amanti delle passeggiate, a piedi o in mountain bike, una fitta rete di sentieri porta sulle panoramiche cime dei monti e collega tra loro i paesi, attraverso scenari ambientali di rara bellezza.

Itinerario »      
   

 
Nel corso della stagione invernale Courmayeur offre ai visitatori una montagna da vivere a 360: itinerari per lo scialpinismo, decine di chilometri di piste da discesa e una fitta rete di vie innevate per scoprire, in cammino, la natura alpina.

Itinerario »      
   

 
È il vulcano più alto d'Europa: lungo le pendici di questa magnifica montagna, punto di contatto tra la superficie terrestre e le sue incandescenti profondità, è possibile sciare tra il nero delle rocce vulcaniche, il bianco del manto nevoso e il blu del cielo e del mare Mediterraneo.

Itinerario »      
   

 
Cortina, "perla delle Dolomiti", è una delle più celebri località turistiche delle Alpi. Adagiata in una conca e cinta dalle possenti Dolomiti, è una città sulla neve, una metropoli dello sci: quando si scende dal Falzarego o dal Passo Tre Croci, le emozioni non mancano, ogni volta sorprendenti. E intorno alla città la neve, tanta neve, generalmente ottima per lo sci.

Itinerario »      
   

 
In Val Rendena, nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, Madonna di Campiglio è un vero e proprio paradiso per gli appassionati degli sport invernali. Un comprensorio sciistico che abbraccia anche le località di Folgarida e Marilleva per oltre 100 km di piste.

Itinerario »      
   

 
Un ideale percorso di valle in valle in un territorio unico, dove le morbide vallate tra vette d'incanto sono state trasformate nel più grande giardino d'Europa. Si parte dalle nuove terme di Merano, per un percorso di totale relax.

Itinerario »      
   

 
Dalle Alpi ai morbidi pendii delle colline delle Langhe e del Monferrato, un itinerario alla scoperta della terra di Cesare Pavese tra soggiorni in terme antiche e vini pregiati.

Itinerario »      
   

 
Nelle Marche, lungo le vie che da millenni collegano l'area adriatica a Roma, si trova il Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, un vero e proprio scrigno che custodisce un prezioso patrimonio storico e geologico, sopra e sotto la terra. Dalle testimonianze delle civiltà etrusche, romane e medioevali, al maestoso complesso carsico delle gole e grotte di Frasassi. Una varietà da scoprire a piccoli passi, percorrendo sentieri, attraversando boschi, praterie e intricati viottoli di paesi arroccati.

Itinerario »      
   

 
Macchia mediterranea, ulivi, viti, agrumeti, lunghe spiagge e valli selvagge con antichi borghi arroccati. Una costa ricca di luoghi invitanti con alle spalle un mondo meno conosciuto ma di grande fascino: scorci di assoluta bellezza che solo una terra fatta di contrasti come la Liguria può regalare.

Itinerario »      
   

 
La costa di Maratea è un susseguirsi infinito di suggestive calette, grotte incontaminate, isolotti, aspri scogli e spiagge pittoresche. Il bianco abbagliante dei faraglioni che si specchiano nelle acque blu del Tirreno, le tante torri cinquecentesche che paiono ancora vigilare sulle incursioni piratesche, il verde dei monti imponenti a ridosso della costa rendono Maratea una meta irrinunciabile per gli appassionati di mare e natura.

Itinerario »      
   

 
Dalle saline attorno a Trapani arriva l'oro bianco di queste coste occidentali, un miracolo creato dal mare, dal vento e dal caldo cocente del sud. Da Trapani a Mazara del Vallo passando per Marsala, un viaggio nel benessere a base di sale marino, impacchi agli oli essenziali di agrumi, massaggi alle mandorle e sorgenti calde.

Itinerario »      
   

 
Il litorale tirrenico della Sicilia, con il suo mare limpido e l'entroterra disseminato di agrumeti, uliveti, oleandri e rosmarini, ospita località incantevoli che abbinano impagabili testimonianze di un passato antico e mete enogastronomiche di sicuro interesse. Dalla Riserva dello Zingaro a Castellamare del Golfo, da Segesta ad Alcamo, dall'Antiquarium di Solunto a Termini Imerese, questa parte di Sicilia offre tesori da scoprire per tutti i gusti.

Itinerario »      
   

 
Alla scoperta del patrimonio termale delle Marche, tra paesaggi naturali incantevoli e antichi borghi dal fascino intatto.

Itinerario »      
   

 
Un percorso entusiasmante nel comprensorio sciistico Adamello Ski, che include le aree di Ponte di Legno, passo del Tonale e ghiacciaio Presena, un territorio di grande fascino che parte dai 1.300 m di quota e arriva ai 3.000, un carosello bianco dove si scia da dicembre a primavera inoltrata, addirittura sino a maggio sulle alte nevi del Presena.

Itinerario »      
   

 
In Trentino Alto Adige, a pochi chilometri dal Tirolo austriaco, nel cuore delle Dolomiti, si trova la magnifica val Gardena, dominata dal dente roccioso del Sassolungo e dal gruppo domolitico del Sella. Conosciuta in tutto il mondo, rappresenta una destinazione turistica eccezionale, sia in estate sia in inverno. La valle, inserita nel circuito Dolomiti Superski, offre ai visitatori un comprensorio sciistico e un'accoglienza di primo livello, premiati come i migliori in Europa dalla rivista tedesca Snowonline.

Itinerario »      
   

 
L'itinerario parte dal cuore del Chianti, in quell'angolo di campagna toscana che sembra nata per la gioia di pittori e fotografi.
Lungo la via Chiantigiana, che congiunge Firenze a Siena, è tutto un susseguirsi di colline armoniose, vigneti diligenti e borghi che incantano al primo sguardo.

Itinerario »      
   

 
Il fascino di una terra che sembra fatta apposta per ritrovare il contatto con la parte più profonda di sé stessi, un luogo dove la natura è potente e "ci si cura" con il mare e con il vento.
Un itinerario che parte da Cagliari e si dirige verso l'interno, alla ricerca del potere curativo delle terme di Sàrdara, per poi tornare sulla costa, a Villasimius, "capitale" del benessere grazie all'ampia offerta di trattamenti talassoterapici.
Si prosegue poi fino a Santa Margherita di Pula, per una full immersion di coccole e massaggi al profumo di mare.

Itinerario »      
   

 
Un viaggio nel cuore più verde della Sicilia, all'interno del Parco delle Madonie, caratterizzato da una natura florida e selvaggia e da paesaggi spettacolari, così diversi nella loro maestosità.

Itinerario »      
   

 
Un golfo a mezzaluna, tanto suggestivo da essere da secoli meta di viaggiatori e raffinati turisti: è il Tigullio, quel tratto di costa ligure che va da Portofino a Sestri. Una manciata di chilometri di litorale racchiudono località rinomate, meta delle incursioni di vip hollywoodiani come dei più classici weekend primaverili, che offre, al di là dei paesaggi da cartolina, dei volti inaspettati.

Itinerario »      
   

 
Si parte dal cuore arcaico dell'isola, il Gennargentu, alla scoperta di una natura selvaggia e pressoché incontaminata. Un percorso etno-culturale tra feste popolari arcaiche, i fini prodotti dell'artigianato e i sapori robusti della cucina e dei vini.
Si risale poi a nord, verso la costa più trendy d'Italia e si giunge infine al mare turchese e alle notti brave di Porto Cervo, simbolo del risveglio dell'isola al turismo.
Un itinerario geografico che diventa anche viaggio in risalita nel tempo.

Itinerario »      
   

 
Per gli escursionisti e gli amanti della natura ecco un percorso sull'altopiano del Cansiglio, un paradiso incontaminato adagiato in una conca naturale che domina la pianura veneto-friulana, circondato da rilievi ammantati di splendide foreste di faggi e abeti.

Itinerario »      
   

 
Selvagge, ricche di storia, immerse nelle natura: le Egadi sono il segreto meglio tenuto tra le isole siciliane. Circondate da un mare cristallino che lambisce piccole spiagge candide e coste scoscese, nelle quali si aprono grotte profonde scavate nel tufo, tra coltivazioni di capperi, alberi da frutta, vigneti e rare piante mediterranee, le isole dell'arcipelago assicurano una vacanza fuori dal mucchio - specie se si ha l'accortezza di scegliere le stagioni meno battute - alla riscoperta di antichi riti (primo fra tutti, la mattanza) e fondali incontaminati.

Itinerario »      
   

 
L'itinerario parte dal mare di Brindisi e, risalendo la costa, si addentra nel cuore delle Murge, terra di pietre e di trulli, per giungere, infine, sul "tormentato" versante tarantino, dove i bacini salmastri si alternano ai profumi della macchia mediterranea.
Un vero viaggio in miniatura, non solo nell'anima selvaggia di questa terra assolata e generosa, ma anche nella passione per il benessere, per farsi coccolare da massaggi ayurvedici, scrub marini e docce aromatiche, pronti ad "affrontare" le dure prove dei verdissimi campi da golf, fiore all'occhiello di questo angolo di Puglia.

Itinerario »      
   

 
In Lazio, un itinerario dedicato al benessere che vuole proporre, seguendo le "orme" illustri di imperatori e papi, uno scorcio insolito di questa affascinante regione: da Viterbo a Fiuggi, lasciandosi trasportare dal ritmo dolce delle morbide colline dei Castelli Romani.

Itinerario »      
   

 
La piramide rocciosa del Cervino si eleva sino a 4478 m di altitudine. Il Matterhorn - così chiamano il Cervino sul versante elvetico - è una montagna diversa da tutte le altre, perché pare come un sasso appuntito che sbuca dalla terra. Merita davvero di essere ammirato almeno una volta nella vita!
Ai piedi di tanta grandezza sorge il paese di Breuil-Cervinia, con un comprensorio di piste e impianti immenso, che offre la possibilità di sciare fino a 3900 m, tra Italia e Svizzera. Considerata l'altitudine raggiunta dall'area ski, la stagione non ha mai fine e da novembre ad agosto ci si può cimentare in tutti gli sport della neve!

Itinerario »      
   

 
Per gli amanti della neve e dei grand tour sci ai piedi, approdare nel comprensorio Via Lattea, nel cuore del sistema olimpico di Torino 2006, significa trasformare un sogno in realtà!

Itinerario »      
   

 
Un itinerario originale in Piemonte, alla scoperta degli ecomusei, musei all'aperto che proteggono e tramandano usi, sapori e mestieri delle comunità locali.
Un percorso in mezzo alla natura rigogliosa delle Alpi biellesi ma anche a zonzo tra i numerosi outlet della zona, per uno sfrenato shpping "tessile"!

Itinerario »      
   

 
Un percorso a piccole tappe, da Chieti tra gli eremi, i monasteri e le chiese rupestri abbarbicate al Monte Morrone e alla Maiella, la "montagna-madre" della tradizione abruzzese, per un viaggio che è innanzitutto un'esperienza dell'anima. Sulle orme di Pietro, il frate eremita che diventerà il controverso Papa Celestino V, e di tanti come lui, artefici nei secoli dell'opera tenace che ha trasformato umide e buie cavità naturali in opere d'arte straordinarie e suggestive.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario open air alla scoperta dei tratturi del Molise, le lunghe vie d'erba lungo le quali avveniva la transumanza, lo spostamento stagionale delle greggi dai pascoli estivi dei monti dell'Abruzzo a quelli invernali di pianura, nel Tavoliere delle Puglie. Lungo queste autostrade verdi, larghe sessanta passi napoletani, transitavano nel '600 e nel '700 circa tre milioni di capi di bestiame.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario gastronomico nelle valli dell'Alto Molise, in una regione remota e ancora al di fuori dei grandi circuiti turistici, alla scoperta di una cucina antica e genuina fatta di piatti semplici, legati ai prodotti della terra e all'attività pastorale,di formaggi straordinari, da acquistare in piccoli caseifici sparsi sul territorio, e di un nuovo protagonista: il tartufo.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario open air che mescola arte e natura e inizia al mare, a Trani, per poi proseguire nell'interno e nella campagna delle Murge, in un panorama di trulli e ulivi, muretti a secco, filari di viti e masserie, grotte, gravine e boschi, ma anche tesori architettonici, chiese e castelli romanici, città barocche come Martina Franca, per poi tornare sul mare cristallino dell'oasi del Wwf di Torre Guaceto. Un percorso da fare in macchina, magari cabriolet, o, meglio ancora, in moto.

Itinerario »      
   

 
Un itinerario a tu per tu col mare, la storia e la geologia nell'arcipelago pontino: una manciata di isole policrome nate dalle viscere della Terra milioni di anni fa, già amate dai Romani e dai Borboni. Resti di antichi vulcani ormai spenti, circondati da acque incredibilmente trasparenti. e con fondali mozzafiato a Ponza e Ventotene. Le disabitate Palmarola, Zannone e Santo Stefano sono da assaporare soprattutto in barca, lontano dalla folla e dai rumori.

Itinerario »      
   

 
Regione legata per antonomasia alla buona cucina e al viver bene, l'Emilia Romagna svela una ricchezza e una varietà di proposte legate all'enogastronomia da fare invidia a destinazioni ben più famose. Non a caso la regione detiene il record di cibi e specialità che hanno ricevuto dall'Unione europea un marchio di qualità.

Itinerario »      
   

 
Il Collio goriziano è costituito da una catena ininterrotta di pendii esposti a mezzogiorno, a volte morbidi, a volte più scoscesi, protetta alle spalle dalle Prealpi Giulie e aperta al vicino Adriatico, che influisce positivamente sul clima evitando escursioni termiche troppo violente.

Itinerario »      
   

 
Nel veronese, lungo itinerari immersi nella natura si fa prima tappa a Soave, terra del celebre vino prodotto fra paesaggi medievali e colline incantevoli, un tempo luoghi di conquista di Signori stranieri. Poi si prosegue con il fascino della Lessinia, tra montagne e tracce di un antichissimo passato che parla di civiltà scomparse.

Itinerario »      
   

 
L'influenza della cultura araba ha lasciato in Sicilia profonde tracce non solo nell'architettura, ma anche nella cucina e, in particolare, nell'arte dolciaria. Un viaggio in Sicilia consente di scoprire nei sapori di un cannolo di ricotta, di una cassata o di un gelato, le millenarie stratificazioni lasciate da tutti i popoli che hanno attraversato l'isola.

Itinerario »      
   

 
La Sicilia più autentica, quella dei monumenti storici, del folklore locale e di una natura a tratti selvaggia è al centro dell'itinerario che si sviluppa nella zona compresa fra Caltagirone e Piazza Armerina, nella parte centrorientale dell'isola.

Itinerario »      
   

 
Il Parco Nazionale della Sila è caratterizzato da enormi distese boschive, di cui nell'antichità si sevirono i greci e i romani per la costruzione delle navi. Ricco di sentieri percorribili a piedi, in bicicletta e a cavallo, offre occasioni di divertimento anche ai canoisti, ai velisti e agli appassionati di torrentismo.

Itinerario »      
   

 
La Valle d'Aosta non è solo sinonimo di alte vette, sci e passeggiate nella natura. Gli amanti dell'enogastronomia troveranno infatti pane per i propri denti lungo la famosa "Route des Vins", che dai 300 metri di quota di Pont-Saint-Martin seguendo il percorso della Dora Baltea arriva fino ai 1200 metri di Morgex.

Itinerario »      
   

 
Dall'Aquila a Sulmona, "deviando" per antichi paesini abbarbicati sulle pendici degli Appennini, abitati da pastori in lotta con l'aspro paesaggio. Alla riscoperta di una cucina povera dai sapori genuini e dagli ingredienti semplici della tradizione pastorale e contadina.

Itinerario »      
   

 
La Versilia è un piccolo angolo di Paradiso, dove mare e montagna sembrano toccarsi. Una sequenza di spiagge e di pinete famose che ospita periodicamente festival, spettacoli e feste di piazza come il celebre Carnevale di Viareggio.

Itinerario »      
   

 
In viaggio sui Grandi Altipiani Trentini che furono teatro della Prima guerra mondiale e oggi sono un'oasi di pace e tranquillità da godere sia in estate sia d'inverno. Tra fortificazioni, boschi di conifere, attrazioni turistiche e ottimi vini. Per scoprire immense bellezze naturali e visitare il Mart di Rovereto, il Museo d'arte contemporanea più avveniristico d'Italia.

Itinerario »      
   

 
È vicino a Roma e per questo straordinariamente ricca di storia e arte. È fuoriporta e quindi immersa in uno scenario agreste, in apparenza lontana mille miglia dal traffico e dai ritmi concitati della città. La zona dei Castelli Romani non ha bisogno di tante parole di presentazione.

Itinerario »      
   

 
Un percorso all'insegna del benessere, tra masi e alberghi dell'Alto Adige specializzati nelle cure e nei trattameni di bellezza che usano come unico ingrediente il fieno aromatico d'alta montagna.

Itinerario »      
   

 
Un anello stradale che parte da Ancona e vi ritorna dopo aver toccato lo splendido ambiente naturale del Parco del Conero, le colline dell'entroterra verso Recanati e Loreto per raggiungere poi Castelfidardo e Osimo. È il territorio della Doc Rosso Conero, che comprende l'intera area alle spalle del monte Conero e consente la visita di località di grande attrattiva turistica come Portonovo, Sirolo e Numana, arrivando a sud fino a Recanati e a ovest a Loreto, Castelfidardo, Osimo e Fabriano.

Itinerario »      
   

 
Un "piccolo popolo" tenace, valicò nel Medioevo le Alpi per sistemarsi sul versante sud, colonizzando le alte valli disabitate. Erano i walser, contadini pronti a strappare lembi di terra alle lande alpine, ma anche minatori, allevatori e intagliatori del legno. Per secoli divisi dalle popolazioni del fondo valle, intrattennero fitte relazioni con la terra d'origine: il Gries, il Monte Moro, il Turlo, il San Teodulo.

Itinerario »      
   

 
Proteso verso le coste dalmate, circondato per tre lati dall'Adriatico e separato dalla dorsale appenninica dal Tavoliere, il Gargano rappresenta una realtà naturalistica, storica e gastronomica unica. Lo stesso mare che ha contribuito a isolare il promontorio, infatti, lo ha anche messo in contatto con popolazioni straniere come gli slavi, i greci e i saraceni, i nemici di sempre.

Itinerario »      
   

 
Sputate dalla furia dei vulcani, lasciate a raffreddare a colpi di vento e onde, le Eolie portano ancora il marchio delle terre di fuoco. Che rugge, zampilla lava e gas, cuoce l'acqua e la terra dove i crateri sono ancora attivi, si acquieta in calde sorgenti termali, si sfarina in sabbia nera e semina fertili vallate nelle isole dove le montagne bollenti hanno terminato il loro lavoro.

Itinerario »      
   

 
Chi non conosce la costa da Rimini a Cattolica, i suoi ombrelloni, le spiagge e le discoteche in cui ballare fin all'alba? Sono in pochi, invece, ad avere un'idea dei tesori di storia, arte e - inutile dire - memorabile cucina, che si nascondono a pochi chilometri dal mare.

Itinerario »      
   

 
Città dalla storia antica, mare cristallino, testimonianze del passato ma anche aragoste dal sapore particolarissimo, formaggio pecorino, dolci che più dolci non si può, olio e vini profumati. È quanto promette, e mantiene, questo ampio percorso che in tre giorni tocca Alghero, protetta dal mare dai suoi imponenti bastioni, si spinge verso Bosa - l'unico centro sardo costruito su un fiume - e poi ancora più all'interno, tra nuraghi e monasteri, per concludersi a Sassari. Un viaggio alla scoperta della Sardegna più autentica, quella ancora preservata dal turismo di massa e capace di rivelare il suo volto più sincero e ospitale.

Itinerario »      
   

 
Un vulcano le cui violente eruzioni, avvenute 800.000 anni fa, hanno ricoperto di tufo e pozzolane una vasta area nel nord della Basilicata, rendendola fertile di boschi, uliveti e vigne: è il Vulture. Dalle sue pendici sgorgano innumerevoli sorgenti di acque limpide e frizzanti, che la permanenza a contatto con le rocce laviche ha reso minerali e curative.

Itinerario »      
   

 
In canoa e gommone per discendere il corso dei fiumi? Sì, ma solo con vista mare, ambiente naturalistico intatto, temperature miti per tutto l'anno e, last but not least, ghiottonerie da assaggiare ad ogni pié sospinto. Chi ama il rafting ma in fondo crede che si tratti di un'attività da praticare tra gole dolomitiche e gelidi ruscelli può mettere da parte i pregiudizi e includere il calabrese Parco Nazionale del Pollino.

Itinerario »      
   

 
Stretta fra la montagna e il mare, avara di spazio e di terra, quella parte del Levante ligure, conosciuta come Cinque Terre e Golfo dei Poeti, è uno degli angoli d'Italia più remoti e segreti. Una terra che ha del miracoloso, abitata fin dall'antichità da un popolo fiero, che ha saputo rendere fertile la roccia, coltivando scenografici vigneti aggrappati agli strapiombi, là dove il territorio avrebbe scoraggiato qualsiasi attività agricola. Eppure qui si fa vino dal tempo dei romani, nonostante la salsedine e il libeccio tagliente.

Itinerario »      
   

 
Sul litorale grossetano c'è una terra che ha il fascino degli scampati. È la zona meno popolata dell'Italia continentale, un pezzo di mondo selvaggio, fatto di grandi spazi dove si muovono mandrie allo stato brado, baie solitarie dove pascolano daini e cervi, boschi dove si nascondono volpi e cinghiali.

Itinerario »      
   

 
Un triangolo di terra scavato dal perenne lavorio del fiume, un'oasi naturalistica in cui regina assoluta è l'acqua e tutto scorre tranquillo seguendo il suo ritmo sinuoso. Benvenuti nel Delta del Po, esempio emblematico dell'interazione tra l'uomo e il paesaggio, intrico di corsi d'acqua e di terre strappate al mare, in millenarie opere di bonifica.

Itinerario »      
   

 
Pastasciutta, pizza, mozzarella, pastiera, babà e limoncello. Dal primo, ai formaggi, ai dolci, per chiudere poi con i liquori, il tratto di costa che da Castellammare di Stabia si spinge fino ad Amalfi è una specie di eldorado dei sapori e dei profumi mediterranei, una settantina di chilometri da percorrere con appetito ed entusiasmo, certi che ogni incontro con la gastronomia e i prodotti tipici locali si trasformerà in un'esperienza memorabile.

Itinerario »      
   

 
Ischia, Procida e Capri: le tre isole napoletane, per la bellezza e singolarità dei paesaggi, sono mondi a parte, dotati di una propria, spiccata specificità tanto nella geografia quanto nell'atmosfera. Una natura dagli ambienti spettacolari, la fitta rete di testimonianze storiche, la serena dolcezza del clima, la bellezza della vegetazione e del mare spiegano la lunghissima tradizione turistica internazionale di Ischia e Capri.

Itinerario »      
   

 
Andiamo a scoprire una regione in cui la montagna è la primadonna assoluta, tanto che il 60% del suo territorio si trova al di sopra dei 2000 metri di quota. Non a caso, quando si pensa alle Valle d'Aosta la mente va subito alle piste da sci di Cervinia, Gressoney o Courmayeur, famose in tutta Europa e meta di sportivi anche d'Oltreoceano.

Itinerario »      
   

 
Questo itinerario si snoda nella Toscana meridionale, dove le testimonianze della civiltà etrusca si mescolano a villaggi intagliati nel tufo, intorno alle Terme di Saturnia, le cui "calde acque" fanno da sfondo a miti e leggende. Anche se poco più a oriente si incontrano centri di grande interesse storico come Sovana e Pitigliano e più a ovest il Parco Naturale della Maremma.

Itinerario »      
   

 
Combattere e vincere lo stress, occuparsi del proprio benessere psicofisico, recuperare energia è possibile in Valsugana grazie all'armonia dell'ambiente naturale, che qui si combina con le proprietà terapeutiche delle famose acque arsenicali e ferrugginose delle Terme di Lèvico, Vetriolo e Roncegno, le cui qualità erano note già nel XVI secolo.

Itinerario »      
   

 
Bagni di Lucca, Montecatini e Monsummano Terme: tre paesi in cui le parole d'ordine sono salute e benessere, ma anche arte e storia, vista la vicinanza con località come Lucca, Pistoia e San Miniato, ricche di cultura e di siti di grande interesse turistico.

Itinerario »      
   

 
Situata tra Liguria, Toscana ed Emilia Romagna, la Lunigiana è, da sempre, una terra d'incontro tra diverse tradizioni, anche culinarie. Andiamo quindi alla scoperta di piccoli borghi, castelli fiabeschi e squisiti prodotti naturali, figli di una cultura contadina che ha sempre fatto dell'agricoltura la base della vita economica della vallata.

Itinerario »      
   

 
Un viaggio nel cosentino, alla scoperta di una tra le più rinomate e antiche stazioni di cura della Calabria, a due passi da un mare da sogno, in una zona che, grazie alle numerose testimonianze storiche e ai rigogliosi paesaggi naturali, si rivela un vero e proprio museo all'aria aperta.

Itinerario »      
   

 
Approfittando dei Campionati del Mondo di Sci alpino del 2005 a Bormio, vi portiamo in Valtellina per un weekend bianco. Discesa libera, sci di fondo, snowboard o ice climbing: scegliete lo sport che più fa per voi, oppure provateli tutti, tanto i pendii della zona offrono neve fresca per tutto l'inverno, con dislivelli da campioni.

Itinerario »      
   

 
Viaggio in Alta Badia, terra incantata teatro di miti e leggende, dove le montagne al tramonto si tingono di rosso e dove aleggia un'aura di mistero e magia. Un paradiso sciistico nel cuore delle Dolomiti, meta ambita dal turismo internazionale.

Itinerario »      
   

 
Le Crete senesi, il Chiantishire e la Valdorcia sono da anni lo sfondo ideale di pellicole italiane e straniere. Paesaggi d'incomparabile bellezza, che sono diventati co-protagonisti di film come "Il paziente inglese" di Anthony Minghella, "Io ballo da sola" di Bernardo Bertolucci e "Pinocchio" di Roberto Benigni. Andiamo a rivivere le emozioni del grande schermo direttamente sui luoghi dei set cinematografici.

Itinerario »      
   

 
Tra il verde dei carrubi che si alterna ai gialli e ai rossi degli agrumenti, s'incontra un fiorire di chiese, palazzi sontuosi e cancellate riccamente decorate. E' il barocco della Val di Noto, uno stile unico ed esaltante, che celebra se stesso e questa terra.

Itinerario »      
   

 
Una campagna dolce e luminosa, con le ondulate distese di colli e i corsi d'acqua che si snodano nelle verdi vallate. Questo è il paesaggio che l'Umbria offre al visitatore. Costellato di comuni dal passato insigne e dall'intatta bellezza. In viaggio per scoprire questo piccolo territorio che ha visto avvicendarsi lotte senza quartiere per il suo controllo.

Itinerario »      
   

 
Da Ancona a San Benedetto del Tronto andiamo a caccia di storia, sapori e grandi affari. Qui, infatti, sono basate attività manifatturiere e artigianali diventate famose in tutto il mondo: Della Valle, Genny, Nazareno Gabrielli... E nei Factory Outlet accanto alle loro fabbriche si possono trovare capi di qualità a prezzi affare. Alternando il turismo culturale a tanto shopping conveniente.

Itinerario »      
   

 
Racchiusa tra l'imponenza maestosa delle Alpi Apuane e i verdeggiantiboschi dell'Appennino, la Garfagnana è la meta ideale per un'escursione. Scopriamo insieme il volto inedito e selvaggio della Toscana.

Itinerario »      
   

 
Sull'antica strada romana, che collegava il porto di Aquileia all'Austria, si concentrano tradizioni millenarie e paesaggi incontaminati. Percorriamo il tratto che passa dalla Carnia, dove ritrovare lo spirito della montagna autentica e l'atmosfera magica che regna fin dai tempi dei Latini.

Itinerario »      
   

 
Un complesso termale di fama internazionale, immerso nello splendido scenario dei Colli Euganei. Scopriamo insieme i segreti di un luogo dove l'arte del benessere ha una tradizione secolare.

Itinerario »      
   

 
Dall'azzurro dell'acqua al verde degli ulivi, fino al giallo dei limoni: è la tavolozza dei colori che si incontrano sulla sponda occidentale del Garda. Un luogo ideale per eliminare lo stress tra l'aroma degli agrumi mediterranei, il paesaggio lacustre e le mille attività sportive

Itinerario »      
   

 
La riviera ligure di Ponente presenta molte sorprese. A cominciare dai parchi frequentati nel passato da artisti in cerca d'ispirazione. Mettiamoci nei loro panni e godiamoci l'itinerario...

Itinerario »      
   

 
Vigneti a perdita d'occhio e fonti termali antichissime: benvenuti nell'Emilia più godereccia che ci sia, dove il Lambrusco è protagonista della tavola e segreto di bellezza. Da Modena a Reggio Emilia, ecco tutte le tappe di un viaggio rigenerante tra scenari suggestivi, piaceri della buona tavola e trattamenti cosmetici d'avanguardia.

Itinerario »      
   

 
Punto di passaggio di pellegrini sulla via di Roma, ma anche di briganti, papi e nobili famiglie, la Tuscia è tuttora un luogo ricco di antiche suggestioni. Come moderni viandanti andiamo allora a scoprire le sue bellezze

Itinerario »      
   

 
E' una terra a metà tra Oriente e Occidente, sospesa tra il Mar Jonio e l'Adriatico, proprio dove termina lo stivale italiano. Scopriamo la doppia anima di quest'area in un viaggio di andata e ritorno, da Lecce a Santa Maria di Leuca.

Itinerario »      
   

 
Scogliere modellate dal maestrale e miniere abbandonate tra dune giganti. Ecco un angolo selvaggio nell'isola più vacanziera d'Italia, lontano dalle rotte tradizionali.

Itinerario »      
   

 
Visitiamo la terra d'origine del Maestro rinascimentale: una Toscana ancora semisconosciuta e poco frequentata dal turismo di massa, dove la tranquillità e il piacere di vivere sono scanditi dai ritmi della natura.

Itinerario »      
   

 
Vallate aride, fiumi pigri, colline brulle: ecco la terra che catturò gli occhi dello scrittore piemontese. Scopriamone insieme il fascino arcano.

Itinerario »      
   

 
Tra colline verdeggianti e borghi antichi si nasconde un patrimonio d'arte rinascimentale, fatto dalle opere del pittore veneziano. Percorriamone insieme i luoghi d'ispirazione

Itinerario »      
   

 
Verdissimi faggeti e mare blu, grotte variopinte e borghi sbiancati dal sole: addentriamoci in uno dei "paesaggi culturali" più affascinanti del Mediterraneo, già noto a Greci e Lucani

Itinerario »      
   

 
Acque incontaminate, rocce selvagge e tartarughe giganti: è come se il tempo si fosse bloccato nelle Pelagie. Ecco un arcipelago tutto da scoprire, tra l'Africa e la Sicilia...

Itinerario »