Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Martedì 12 Dicembre 2017 












Neve di classe a Cortina
Cortina, 'perla delle Dolomiti', è una delle più celebri località turistiche delle Alpi. Adagiata in una conca e cinta dalle possenti Dolomiti, è una città sulla neve, una metropoli dello sci: quando si scende dal Falzarego o dal Passo Tre Croci, le emozioni non mancano, ogni volta sorprendenti. L'area ampezzana è meta prediletta di personaggi del mondo dello spettacolo e della politica che ne hanno fatto un luogo mondano, tra vogue e gossip. Ma Cortina è soprattutto un centro della cultura ladina e il suo cuore pulsante è fatto di tradizioni, storia e sapori. E poi lo sci e le altre discipline invernali, che ne hanno segnato profondamente la storia, in particolare a partire da quell'indimenticabile 1956 in cui si svolsero i Giochi Olimpici invernali. Oggi, di quegli anni iridati, oltre al ricordo, restano piste di ineguagliabile bellezza, mentre tra boschi, nevai e vette, si sviluppano itinerari da percorrere a piedi, vie alpinistiche e tour scialpinistici.

Primo Giorno
Sci d'altri tempi lungo le piste olimpiche del 1956 o escursioni nel paradiso imbiancato del Parco Naturale d'Ampezzo. Nel pomeriggio visita dello storico edificio Ciasa de ra Regoles.
 
Cena al Grill De La Poste, storico locale di Cortina aperto dal 1835.
Secondo Giorno
   
Itinerario Sciistico nell'area Cristallo-Faloria-Mietres o in alternativa ski tour dei cinque passi dolomitici. Al rientro shopping a Cortina nei "negozi d'autore".
 
A cena da El Toulà, un antico fienile trasformato in uno dei più rinomati ristoranti di Cortina.

 VEDI ANCHE:
 
 
Neve di classe a Cortina

Cortina d'Ampezzo e il monte Cristallo sullo sfondo

Tofana di Rozes

Scialpinismo nel Parco Naturale delle Dolomiti d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo - Veduta sulle Tofane


Funivia del Lagazuoi

Gruppo Tofane visto dal Lagasnoi

Cortina d'Ampezzo - Pista di sci di fondo

 
Inizio
 
 
Itinerario
Primo Giorno

In giornata
A Cortina si scia su 140 km di piste sotto le cime del Monte Cristallo e delle Tofane. Nelle ski area Faloria-Cristallo-Mietres, Tofana, Lagazuoi e Cinque Torri gli appassionati della neve hanno a disposizione 70 piste (50% facili, 35% medie, 15% difficili), 37 impianti a fune e il 95% di neve programmata, il tutto lungo un dislivello di 1715 m che va dai 1224 m di fondo valle ai 2939 m di Staunies sul Monte Cristallo. Si può scegliere tra due tipi di skipass: quello di valle, valido nei comprensori di Cortina d'Ampezzo, San Vito di Cadore, Auronzo/Misurina, e il Dolomiti SuperSki.
La prima giornata nella conca alpina di Cortina d'Ampezzo, offre l'occasione di scendere lungo le piste che ospitarono le prove dello sci alpino nel corso dei Giochi Olimpici invernali del 1956. Lo ski tour Olimpia porta a scoprire i tracciati Olimpia, Vitelli e Col Druscié , oggi sedi delle prove della Coppa del Mondo di sci femminile. Questa serie di discese, nei caroselli sciistici Tofana e Faloria, gode di una spettacolare vista sulle Dolomiti e in particolare sulle Tofane.
Nel Parco Naturale d'Ampezzo , area protetta in cui si trova il comprensorio montano, si sviluppa una fitta rete di itinerari da percorre nel corso delle diverse stagioni; con la neve si attraversano scenari mozzafiato utilizzando le racchette o gli sci d'alpinismo. E per gli amanti degli sci stretti, c'è solo l'imbarazzo della scelta, con anelli del fondo di diversa difficoltà: nel mese di febbraio si tiene anche una gara internazionale sul percorso che collega Dobbiaco a Cortina (www.dobbiacocortina.org). Il polo di riferimento dello sci di fondo della conca ampezzana è il Fiames Sport Nordic Center, che rientra nel circuito del Dolomiti NordicSki.
Al rientro in paese, nel pomeriggio, visita dello storico edificio della Ciasa de ra Regoles di corso Italia e agli altri musei ampezzani, in cui sono allestite tre esposizioni permanenti, dedicate a paleontologia, etnografia e arte figurativa del Novecento italiano.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Casunzei all'ampezzana

Cortina d'Ampezzo - Insegna in ferro battuto dell'Hotel de la Poste.

 
Inizio
 
Primo Giorno
Neve di classe a Cortina

Sera
Cena nel tipico locale cortinese Grill De La Poste, ristorante che ospitò i primi viaggiatori di passaggio a partire dal 1835 (www.delaposte.it). Dopo cena, si può proseguire la serata in uno dei numerosi locali - pub, birrerie, enoteche, discoteche - raccolti nel centro del paese.
 VEDI ANCHE:
   

 
Neve di classe a Cortina

Dolomiti  Superski (foto per gentile concessione di Luca Lorenzini)

Sulle piste del comprensorio Cristallo-Faloria-Mietres

Cortina d'Ampezzo - Veduta sulle Cinque Torri

Festa dei Ladini d'Ampezzo


Pieve di Cadore

Una tipica stube di Cortina

 
Inizio
 
 
Itinerario
Secondo Giorno

In giornata
La luce del nuovo giorno, a Cortina d'Ampezzo, è un invito a immergersi nella natura delle montagne circostanti. Sci ai piedi si può scegliere di scoprire il meraviglioso e assolato comprensorio Cristallo-Faloria-Mietres . In quest'area sono disponibili oltre 30 km di piste, raggiungibili con la funivia del Faloria o dalla vicina località di Rio Gere, a circa 7 km da Cortina.
L'alternativa a questa sciata nella conca è uno ski tour di grande fascino che permette di toccare ben cinque passi dolomitici , ovvero Falzarego, Gardena, Sella, Pordoi e Campolongo. Un itinerario panoramico e suggestivo, adatto a sciatori allenati e di medio livello dove occorre una discreta condizione fisica per l'elevato numero di chilometri da percorrere.
L'area dell'Ampezzo Cadore, centro di cultura ladina, è ricca di centri abitati di interesse storico culturale: a pochi minuti d'auto, da visitare, il paese di Pieve di Cadore , che diede i natali a Tiziano Vecellio, maestro della pittura rinascimentale italiana. Nel tardo pomeriggio il centro di Cortina si riempie di vita e il momento si fa propizio per fare shopping nei "negozi d'autore".
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Cortina d'Ampezzo

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Neve di classe a Cortina

Sera
Cena nel prestigioso ristorante El Toulà (www.toula.it), nato nel 1964 trasformando un vecchio fienile ampezzano (significato della parola 'toulà'), in un caldo e accogliente locale.
Dopo cena, compatibilmente con il calendario degli incontri, si può andare allo Stadio del Ghiaccio di Cortina per assistere a una partita di hockey del Campionato Italiano di Serie A. Informazioni sul sito della squadra del Cortina (www.hockeycortina.org) o contattando la GIS Gestione Impianti Cortina al numero tel. 0436.881811 (gisCortina@dolomiti.org).
 VEDI ANCHE: