Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Venerdì 15 Dicembre 2017 












Etna, sciare tra terra e cielo
I siciliani lo chiamano "A' Muntagna", gli arabi, dominatori nel passato, "Monte fra i Monti": l'Etna è il vulcano più alto d'Europa, capace di elevarsi, dalle acque del Mediterraneo, sino a 3350 metri di altitudine. Lungo le pendici di questa magnifica montagna, punto di contatto tra la superficie terrestre e le sue incandescenti profondità, è possibile sciare tra il nero delle rocce vulcaniche, il bianco del manto nevoso e il blu del cielo e del mare sottostante. La vetta di Sicilia è meta ambita anche da scialpinisti, snowboarder, amanti dello sci di fondo, telemarkisti ed escursionisti. Il comprensorio sciistico etneo si suddivide in due aree principali: a sud si incontra la stazione per gli sport invernali di Nicolosi, mentre a nord le piste da discesa e fondo si concentrano in località Linguaglossa. L'intero territorio, a salvaguardia di un prezioso patrimonio storico e ambientale, è sottoposto a tutela regionale dal 1987 grazie all'istituzione del Parco dell'Etna. A pochi chilometri da questo paradiso naturale si approda ai centri di Catania, Taormina e Messina, veri e propri baluardi della cultura mediterranea, in cui storia, profumi e sapori si miscelano nell'elisir di Trinacria, l'isola delle tre punte.

Primo Giorno
Sci da discesa e telemark lungo le piste di Nicolosi e Linguaglossa. Ma anche snowboard ed escursioni alla scoperta dei crateri del vulcano più alto d'Europa. Tour virtuale nel Museo della Lava.
 
Cena in locale tipico con degustazione di carni alla brace accompagnate dai pregiati vini di Sicilia. A seguire osservazione di un'eruzione (se in corso).
Secondo Giorno
   
Gita scialpinistica lungo antichi canaloni vulcanici e sciata nordica nei centri del fondo di Piano Vetore e di Piano Provenzana. Nel pomeriggio visita di Catania, Taormina e Giardini Naxos.
 
Cena nel centro di Catania in un'antica osteria e passeggiata nel cuore storico della città.

 VEDI ANCHE:
 
 
Etna, sciare tra terra e cielo

L'Etna

Scialpinismo sul versante settentrionale dell'Etna

Seggiovia sul versante sud


Piste sul versante meridionale dell'Etna

 
Inizio
 
 
Itinerario
Primo Giorno

In giornata
La parte sommitale del vulcano Etna , imbiancata da copiose nevicate per buona parte del periodo invernale e primaverile, offre oltre 40 km di piste per la pratica dello sci alpino. La prima giornata sul vulcano si apre lungo le piste del versante sud, in località Nicolosi. Il comprensorio posto invece sul versante Nord, con partenza degli impianti da Linguaglossa, dista 50 km dal primo (circa 50 minuti d'auto).
Non solo sci alpino, sul vulcano più alto d'Europa: l'area montana offre agli amanti delle discipline invernali l'opportunità di praticare lo snowboard , nell'apposito snowpark, e da alcuni anni vede incrementarsi il numero di coloro che si dedicano al telemark , la tradizionale sciata con il tallone libero.
Una valida alternativa agli sport della neve è un' escursione lungo il cono vulcanico , accompagnati da locali guide esperte.
Nel pomeriggio merita una visita il MULA - Museo della Lava , nel paese di Viagrande: una sorta di viaggio virtuale verso il centro della terra.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Taormina - Porta di Mezzo con la Torre

 
Inizio
 
Primo Giorno
Etna, sciare tra terra e cielo

Sera
La magnifica terra di Sicilia merita di essere scoperta anche attraverso i piaceri della tavola. Dopo una giornata di intensa attività sul vulcano, rilassante cena in locale tipico con degustazione di carni alla brace accompagnate dai pregiati vini di Sicilia, tra cui il Nero d'Avola e il bianco Colomba Platino. A seguire osservazione di un'eruzione (se in corso).
 VEDI ANCHE:
   

 
Etna, sciare tra terra e cielo

Sci di fondo a Piano Vetore

Parco dell'Etna in inverno

L'Etna dal Teatro Greco di Taormina


Parco dell'Etna

 
Inizio
 
 
Itinerario
Secondo Giorno

In giornata
Il fine settimana sulle pendici dell'Etna invita a una nuova giornata di sci alpino, tra le stazioni di Nicolosi e Linguaglossa. Ma la natura incontaminata del massiccio vulcanico attira il visitatore ad avventurarsi in itinerari fuoripista, lungo antichi canaloni lavici con gli sci d'alpinismo e le pelli di foca, l'indispensabile ausilio da utilizzare per risalire i pendii innevati: una totale immersione nella natura incontaminata del Parco dell'Etna .
Allo sci da discesa si accompagnano opportunità diverse da scoprire presso i centri per il fondo : nelle località di Piano Vetore (Nicolosi) e di Piano Provenzana (Linguaglossa) sono aperti alcuni anelli con diversi livelli di difficoltà.
Per chi trascorre la giornata in località Nicolosi c'è la possibilità di pranzare e/o visitare il celebre Rifugio Sapienza , accanto alla partenza della funivia, che rimase miracolosamente intatto dopo essere stato circondato dalla lava durante l'eruzione del 1983.
Al rientro dalle attività sportive, o come alternativa per l'intera giornata, è possibile effettuare escursioni nelle vicine città di Catania , Taormina e Giardini Naxos , passando così dai paesaggi innevati del vulcano al litorale marino, un'opportunità irripetibile in un contesto naturale più unico che raro.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Le cassate e i cannoli mignòn dell'Osteria i Tre Bicchieri

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Etna, sciare tra terra e cielo

Sera
Cena presso l'Osteria i Tre Bicchieri, in pieno centro a Catania. L'oste propone una curata linea di cucina mediterranea creativa, con menù stagionali molto curati, a partire dalla scelta delle materie prime locali, ricercate con cura ogni giorno. Pane, pasta e dessert sono preparati con farina macinata nel proprio mulino. A seguire passeggiata barocca attraverso le suggestive vie della città.
 VEDI ANCHE: