Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 












Sellaronda, in cammino sui passi dolomitici
Il gruppo del Sella, prima di tutto, rappresenta la montagna dei ladini. Un massiccio montuoso che simboleggia un'area linguistica e culturale a cavallo tra le province di Trento e Bolzano. Il luogo è un incanto dal punto di vista paesaggistico e una vera e propria mecca per gli amanti delle escursioni alpine. Lo scenario offerto ai camminatori è quello delle verticali dolomitiche, delle praterie d'alta quota, dei nevai perenni. Il Sellaronda è un trekking ad anello che gira tutt'intorno al massiccio: per coprirlo completamente, in compagnia di una guida o un accompagnatore e ben attrezzati, occorrono 4 giorni e un buon livello di allenamento. Ma pernottando in una delle località dell'area Arabba, Canazei, Selva Val Gardena, Corvara e spostandosi lungo la strada n.48 delle Dolomiti, è possibile raggiungere i Passi Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo, dai quali partono numerosi itinerari. Ce n'è per tutti i gusti e per tutti i tipi di gambe. Addirittura è possibile camminare sempre e solo in discesa! E dopo aver trascorso intere giornate all'aria aperta la sera ci si potrà dedicare alla cultura enogastronomica locale in una tipica stube tirolese, in compagnia di piatti e vini autoctoni. L'incanto delle Dolomiti non smette mai di stupire.

Primo Giorno
Lungo la strada delle Dolomiti, la numero 48, intorno al massiccio montuoso del Sella, si raggiungono le località di Arabba e Passo Pordoi. È tempo di mettersi in cammino, attraverso sentieri, boschi, praterie e splendidi panorami. Si può cominciare a camminare anche da Canazei, senza dover usare l'automobile. E per i più allenati la possibilità di completare un anello trekking di 4 giorni.
 
Cena in una tipica stube in località Pian Frataces, a pochi chilometri da Canazei, in compagnia dei piatti tipici della tradizione trentina e altoatesina. Dopo cena serata in compagnia degli eventi fassani.
Secondo Giorno
   
La seconda giornata intorno al gruppo del Sella, la montagna dei ladini, comincia con un trasferimento in auto o bus sul Passo Sella, punto di partenza di semplici e accattivanti camminate. In alternativa si guida alla volta del Passo Gardena, tra l'omonima valle e l'Alta Badia, dove comincia un sentiero completamente in discesa verso la località di Colfosco.
 
Una grigliata di carne unica nel suo genere a La Villa, in Alta Badia o cena della tradizione a Selva di Val Gardena.

 VEDI ANCHE:
 
 
Sellaronda, in cammino sui passi dolomitici

Lo spettacolare scenario del Passo Gardena

Passo del Pordoi. Il Sasso Lungo e il Sasso Piatto dal versante veneto

Trekking in Val Gardena

Gruppo del Sella dalla Forcella del Sassolungo


 
Inizio
 
 
Itinerario
Primo Giorno

In giornata
Per questo primo giorno da vivere intorno al gruppo del Sella, attraverso i celebri passi dolomitici, si consiglia di pernottare in una località dell'Alta Val di Fassa (Canazei, Campitello) o ad Arabba-Livinallongo. Da queste destinazioni, seguendo la strada 48 delle Dolomiti, si possono raggiungere i punti di partenza delle escursioni intorno al Sella.
La prima proposta trekking inizia da Arabba e porta al Lago Boé ; la seconda sale dal mitico Passo Pordoi al vertiginoso Piz Boé. Altra possibilità per camminare nel cuore della natura dolomitica è partire direttamente dal centro di Canazei e immergersi nella fresca e boscosa Val de Mortic, dominata dal mastodontico Sella. Giunti in località Pian Frataces (Lupo Bianco), raggiungibile anche in auto, un nuovo itinerario sale sino ai 2485 metri del Col Rodella : da qui il panorama spazia sulle Valli di Fassa e Gardena, sul Sella, il Sassolungo, il Latemar e la Marmolada.
Si conclude così la prima parte del tour intorno al Sella, massiccio montuoso "circumnavigato" da un trekking ad anello, percorribile in 4 giorni, ma solo se si è ben allenati.
Il sole comincia a tingere di rosa le verticali delle Dolomiti è il fenomeno dell'"enrosadira" e dopo una giornata trascorsa in quota si avverte la necessità di ritrovare le energie: non c'è niente di meglio di una gustosa cena in una stube tirolese, nella quale degustare i piatti della tradizione trentina e altoatesina.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Tramonto sul Gruppo del Sella ( Tourist Office Val Gardena)

 
Inizio
 
Primo Giorno
Sellaronda, in cammino sui passi dolomitici

Sera
Per chi pernotta in Val di Fassa, cena in tipica stube immersa nel silenzio delle Dolomiti. In località Pian Frataces (conosciuta anche come Lupo Bianco, a pochi minuti d'auto da Canazei) lo chalet Crepes de Sela gestito dalla famiglia Pacher propone le ricette tipiche del Trentino Alto Adige, in un ambiente accogliente e ben curato. Dopo cena: si consiglia di contattare l'APT della Valle di Fassa per conoscere il calendario eventi, che, nella bella stagione, di frequente propone momenti di tradizione popolare, festival, concerti e spettacoli all'aperto (APT Valle di Fassa, tel. 0462 609500, www.fassa.com ).
 VEDI ANCHE:
   

 
Sellaronda, in cammino sui passi dolomitici

Passo Sella

Colfosco

L'annuale festa ladina a Canazei

Ascensione lungo la via ferrata Brigata Tridentina verso il rifugio Pissadu'


 
Inizio
 
 
Itinerario
Secondo Giorno

In giornata
La seconda giornata intorno al gruppo del Sella, la montagna dei ladini, comincia con un trasferimento in auto o bus sul Passo Sella, punto di partenza di semplici e piacevoli camminate. Proprio nelle vicinanze del Sellajoch si può accedere alla cittadella dei sassi, riconosciuta dall'UNESCO come Patrimonio mondiale dell'Umanità. Un altro itinerario, che però richiede l'intera giornata, parte dal vicino passo Gardena (a circa 30 minuti d'auto dal Passo Sella). Si tratta di un trekking che conduce il visitatore nel cuore del Sella e si chiude in località Passo Pordoi.
Il valico del Gardena, che collega l'omonima valle all'Alta Badia, offre anche un'altra originale opportunità escursionistica: una camminata in discesa sino alla località di Colfosco.
Gli ottimi collegamenti viari permettono di scegliere come luogo di pernottamento sia la Val di Fassa che la Gardena o la Badia, perché in poche decine di minuti (auto o bus), si possono raggiungere i passi dolomitici, punti di partenza delle escursioni proposte.
Si conclude così la due giorni all'insegna del trekking nelle Dolomiti "più belle", intorno al massiccio del Sella: un'esperienza che lascerà ricordi da condividere, per i paesaggi e le genti incontrate e per la cultura, le usanze ed i sapori tipici di un territorio che dimostra una straordinaria capacità di preservare e valorizzare le proprie tradizioni.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Corvara. Una delle antiche stube trasformata in sala ristorante all'Hotel La Perla

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Sellaronda, in cammino sui passi dolomitici

Sera
Una grigliata di carne unica nel suo genere e una carta dei vini da fiaba accolgono il visitatore a La Villa, in Alta Badia, presso il ristorante L'Fanà. Per chi pernotta in val Gardena, cena della tradizione (speck, canederli, cetrioli...) nell'accogliente Speckkeller di Selva Val Gardena (Tel. 0471 795425).
 VEDI ANCHE: