Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Lunedì 11 Dicembre 2017 












Il Trekking delle Leggende
Il Trekking delle Leggende è un trekking ad anello tra le valli di Fiemme, Primiero e Fassa. L'itinerario, suddiviso in nove tappe, ha uno sviluppo complessivo di circa 200 km e un dislivello di oltre 15.000 metri. Il percorso originale, ideato nel 2002, è stato integrato con innumerevoli varianti, che permettono di percorrere piccole porzioni del trekking o camminate collegate al percorso principale. Il tour tocca alcuni dei paesaggi montani più belli d'Italia e porta gli escursionisti ad attraversare il cuore delle Dolomiti. Durante le camminate si possono ammirare la Marmolada, le Pale di San Martino, il Latemar, il gruppo del Catinaccio, le Torri del Vajolet e un'infinità di laghi alpini. E d'ora in poi, camminando tra queste maestose montagne, si avrà ancor di più la certezza di trovarsi in un luogo di eccezionale bellezza e valore ambientale, perché nell'estate del 2009 le Dolomiti sono entrate a far parte del Patrimonio Naturale dell'Umanità tutelato dall'UNESCO.
Oltre ai paesaggi e ai massicci montuosi, il trekking entra in contatto con diverse comunità di montagna, dalla "Magnifica" di Fiemme alla Ladina di Fassa. Un mondo fatto di accoglienza, storia e tradizioni, di idiomi locali e prodotti tipici, da scoprire strada facendo, in un rifugio d'alta quota o nelle vie e piazze di Cavalese, Predazzo, Moena, San Martino di Castrozza, Canazei e Vigo di Fassa.

Primo Giorno
In cammino lungo un tratto del Trekking delle Leggende, nella Magnifica Comunità di Fiemme, alla scoperta di laghi alpini e antiche scogliere marine. Una proposta di escursione porta a toccare anche le storiche vie della Grande Guerra.
 
Rilassante serata all'insegna dell'arte culinaria in uno dei raffinati ristoranti di Cavalese, alla scoperta di sapori tradizionali preparati con ricette creative e artistiche.
Secondo Giorno
   
Un nuovo giorno da vivere in cammino attraverso gli scenari del comprensorio San Martino, Primiero e Vanoi. Tra laghi, malghe e sapori tipici, in compagnia delle imponenti Pale di San Martino.
 
Canederli, strangolapreti, vini regionali e la calda accoglienza delle genti trentine: cena in un locale tipico di Predazzo o di San Martino di Castrozza.
Terzo Giorno
   
Escursioni impegnative nel corso di quest'ultimo giorno lungo il Trekking delle Leggende. Gli itinerari proposti portano ad ammirare la Marmolada, il lago Fedaia, il gruppo del Catinaccio e le Torri del Vajolet.
 
Cena rigenerante presso un locale tipico di montagna, la Trattoria Enoteca La Montanara, a Canazei. Dopo cena per le vie di Canazei, di frequente animata da festival e appuntamento musicali estivi.

 VEDI ANCHE:
 
 
Il Trekking delle Leggende

Il Latemar

Fiemme

Lago di Carezza


 
Inizio
 
 
Itinerario
Primo Giorno

In giornata
Da uno dei paesi della Magnifica Comunità di Fiemme si parte alla volta del Passo Menghen, spartiacque la tra vallata e la Valsugana. Dal valico di Menghen parte il Trekking delle Leggende, lungo il sentiero numero 322 che porta sino alla Forcella di Val Sorda e da qui ad una serie di laghi. Nell'area del Lagorai è possibile percorrere anche una gita lungo le vie della Grande Guerra, in particolare ai piedi del Monte Cauriol, sulle verticali del quale, nel corso del primo conflitto mondiale, si combatterono intense battaglie tra italiani e austriaci.

Altra parte del Trekking si sviluppa a pochi chilometri da Cavalese: sopra Pampeago un itinerario porta ad ammirare l'antica scogliera marina del Latemar, bagnata in epoche remote da un mare caldo e blu. E a proposito di acqua, nell'area del Cermis, sulle alture di Cavalese, un sentiero porta a toccare alcuni bacini alpini, ovvero i laghi di Bombasel e Lagorai.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Ristorante Costa Salici

 
Inizio
 
Primo Giorno
Il Trekking delle Leggende

Sera
Cena all'interno di una stube in legno di crimolo presso il ristorante Costa Salici di Cavalese. La cucina di questo locale è tradizionale e creativa: spazia dai sapori tipici locali sino alle ricette di altri paesi. Per scoprire un nuovo modo di intendere la cucina, che abbatte le frontiere tra primo e secondo, attraverso la preparazioni di piatti che sembrano un'opera d'arte, appuntamento al ristorante El Molin, sempre a Cavalese.
 VEDI ANCHE:
   

 
Il Trekking delle Leggende

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

Fiera di Primero

Strada verso il Passo Rolle e le Pale


 
Inizio
 
 
Itinerario
Secondo Giorno

In giornata
La seconda giornata di trekking, lungo l'anello delle Leggende, porta a immergersi nell'area di San Martino di Castrozza e delle valli di Primiero e Vanoi . Proprio dal centro abitato parte una semplice escursione che conduce fin sulle rive del lago di Calaita, vero e proprio balcone panoramico sulle Pale di San Martino. Una seconda proposta trekking porta a scoprire alcune delle malghe del Parco Paneveggio Pale di San Martino.
Le Pale di San Martino incantano lo sguardo dei visitatori e per ammirare a pieno la loro bellezza è possibile salire in quota con l'impianto di risalita Colverde-Rosetta e camminare attraverso un esteso altipiano dalle sembianze lunari.
Il Trekking delle Leggende permette di vivere intense emozioni nel cuore delle Dolomiti, montagne di eccezionale bellezza e valore ambientale, entrate a far parte del Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Canederli neri

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Il Trekking delle Leggende

Sera
Giunge il momento di recuperare le energie spese durante le escursioni. A Predazzo, presso il ristorante Miola, i piatti trentini trovano il giusto abbinamento ai vini tipici della regione. In alternativa, a pochi passi dal centro di San Martino di Castrozza, è possibile degustare canederli e strangolapreti nelle sale e nel giardino del ristorante Da Meto (tel. 0439.769162).
 VEDI ANCHE:
   

 
Il Trekking delle Leggende

La Marmolada e il lago Fedaia. Sullo sfondo il monte Civetta.

Le torri del Vajolet

Rifugio Vajolet


 
Inizio
 
 
Itinerario
Terzo Giorno

In giornata
Il terzo giorno nell'area del Trekking delle Leggende porta a scoprire alcune delle montagne simbolo della Val di Fassa . Si comincia con una gita al Passo delle Cirelle, da cui si può godere di un panorama incantevole sulle Pale di San Martino e sulla maestosa Marmolada, che si eleva sino quota 3343 slm. E per avvicinarsi ancor di più all'imponente massiccio montuoso e ai suoi ghiacciai, un'escursione alternativa parte dal lago Fedaia e porta fino a Canazei, toccando il Passo Pordoi e attraversando spettacolari paesaggi. L'anello delle Leggende propone anche un'escursione particolarmente impegnativa, che supera abbondantemente le 6 ore di durata, tra andata e ritorno; la giornata parte in questo caso dal rifugio Antermoia e attraversa il cuore dei Monti Pallidi, tra il gruppo del Catinaccio e le Torri del Vajolet.
E infine una camminata di grande impatto emozionale, da conca Gardeccia verso la Roda de Vael, ai piedi del Catinaccio e da qui al Passo Costalunga.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 



 
Inizio
 
Terzo Giorno
Il Trekking delle Leggende

Sera
Per chiudere in bellezza la tre giorni di cammino, cena presso la Trattoria Enoteca La Montanara di Canazei. Il locale è un ambiente rustico e molto accogliente e propone taglieri di affettati misti, pasta e fagioli, minestra d'orzo, carne salada con fagioli e stinco al forno con polenta. Varie decine di etichette di vini nazionali inserite nella lista. Dopo cena: si consiglia di contattare l'APT della Valle di Fassa per conoscere il calendario eventi, che, nella bella stagione, di frequente propone momenti si tradizione popolare, festival, concerti e spettacoli all'aperto ( www.fassa.com ).


 VEDI ANCHE: