Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Sabato 16 Dicembre 2017 












Isola d'Elba
Qual è la forma "ideale" di un'isola d'avventura? Deve avere coste frastagliate, sinuosi golfi e piccole baie nascoste, spiagge morbide e alte scogliere rocciose. Mari del Sud? No, mar Tirreno; si chiama Isola d'Elba. Ha la forma di un pesce e la geografia dice che con i suoi 223,5 kmq è la terza isola italiana dopo Sicilia e Sardegna, ha 147 km di coste e dista 10 km dalla costa toscana. Sale dalle acque ai 1019 m del monte Capanne, e benché la sua fama attuale sia soprattutto turistica e marina, essa vanta una storia quasi quadrimillenaria, basata sul ferro che le sue genti hanno estratto dalla preistoria a pochi decenni fa.

Primo Giorno
Da Portoferraio alla scoperta di tutte le località da visitare sull'isola d'Elba.
 
Le specialità della cucina elbana.
Secondo Giorno
   
In giro per golfi, baie, cale e spiagge.
 
Una serata a Marina di Campo.

 VEDI ANCHE:
 
 
Isola d'Elba

Portoferraio

Golfo della Biodola

Poggio

Pomonte


Porto Azzurro

Capoliveri, cala dell'Innamorata e isolotti Gemini

Rio nell'Elba

La fortezza del Volterraio

 
Inizio
 
 
Itinerario
Primo Giorno

In giornata
Portoferraio, la capitale
Principale capolinea dei traghetti che collegano l'Elba al continente, Portoferraio è il centro più grande (pop. 12000) e più ricco di storia dell'isola. Nacque come Fabricia per i romani, fu Ferraia nel medioevo, Cosmopolis per Cosimo I de' Medici dal 1548 che la volle fortificare. Dal 3 maggio 1814 al 26 febbraio 1815 fu capitale del primo regno assegnato a Napoleone.
Chiude verso il mare aperto una bella rada della costa nord, ha un porticciolo di pescatori racchiuso dal colorato centro storico e dominato dai forti medicei , Stella col faro settecentesco, del Falcone, della Linguella, sede del Museo civico archeologico . Sul punto più alto della città, al termine di una scalinata imperiale, c'è la villa dei Mulini , celebre residenza con giardino a picco sul mare che Napoleone abitò nel suo breve periodo elbano. L'imperial biblioteca, con 1100 volumi, fu donata dall'ex imperatore stesso alla città. La vicina chiesa della Misericordia celebra ogni 5 maggio una messa in suo onore. Ancora lui alla villa San Martino, a 6 km nell'interno, che fu la sua residenza estiva ed è visitabile insieme alla vicina Galleria Demidoff nell'omonima villa, che espone stampe dell'epoca.

Bidola, Procchio, Marciana
Lasciando Portoferraio la strada entra nella campagna, dove i vigneti occupano gran parte delle campagne alternandosi ai boschi e alla macchia mediterranea. I golfi della Biodola e di Procchio sono già due angoli celebri dell'Elba balneare. Poi, ecco il piacevole borgo marinaro di Marciana Marina , dal quale la strada sale tortuosa e ripida verso i deliziosi borghi di Poggio e Marciana , i cui fitti castagneti profumano di Appennino (o di Corsica).
Alle spalle, le cime spigolose del monte Capanne, raggiungibili a piedi in 5 ore circa o in 20 minuti di cabinovia partendo da Marciana. Mille metri di rocce tirate su direttamente dal mare, facile immaginare quali immensità di panorami si godano da lassù nelle giornate terse, tutte le isole dell'arcipelago toscano, la Corsica, a volte anche la Liguria.
A Marciana c'è un Museo archeologico con reperti eneolitici, etruschi e romani. È la parte più deserta e aspra del percorso, questa, forse la più bella, e lo scosceso mare è più per le barche che per gli automobilisti. Sono più che graziosi i piccoli borghi di Zanca, con le sue castagne, Chiessi bianca quasi come se fosse greca e Pomonte . Bella sabbia nella splendida baia verde-blu, elegante e animata di Fetovaia, a Seccheto e a Càvoli.

Marina di Campo
Marina di Campo si apre, animata e modaiola, su una baia a mezzaluna con un'estesa spiaggia sabbiosa e nel suo entroterra meritano una visita San Piero in Campo, di origine romana, i ruderi della chiesa romanico-pisana di San Giovanni in Campo; Lacona ha un'altra bella baia e una bella penisola verde e panoramica.

Capoliveri e Porto Azzurro
Capoliveri e Porto Azzurro sono a sud-est: il primo, alto sulla collina e antico, è al centro di una penisola mineraria con una costa suggestiva, dove il Museo dei Minerali Alfredo Ricci organizza visite guidate ad alcuni siti minerari tra cui la Miniera di Calamita; il secondo si chiamava Porto Longone ed è un centro baneare con un piccolo porto e una linea di traghetti. La sua grande Fortezza Stellare fu eretta dagli spagnoli in risposta alle fortezze medicee di Portoferraio e oggi è una prigione.

Rio Marina
Proseguendo a nord si raggiungono la suggestiva Rio Marina, sul mare ma con un grande passato di centro minerario, e la graziosa Cavo, all'estremo nord dell'isola, affacciata sulla costa toscana. L'itinerario si conclude salendo verso la medievale Rio nell'Elba col Civico museo archeologico del Distretto Minerario e l'Orto dei Semplici Elbano (Eremo di Santa Caterina, www.ortoelbano.it); da qui si affrontano le curve strettissime e ripide del Volterraio , affascinante rudere di una fortezza pisana del 1281, sorta su un insediamento etrusco, che in un paesaggio quasi scozzese domina potente e ammaliatore la parte orientale dell'isola. Sotto, laggiù, c'è la rada di Portoferraio.


Agenzia per il Turismo dell'Arcipelago Toscano
Sito ufficiale: www.aptelba.it

Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano
Sito ufficiale: www.islepark.it
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Marciana Marina

 
Inizio
 
Primo Giorno
Isola d'Elba

Sera
Per cena si può scegliere tra uno dei tanti locali dell'isola d'Elba, c'è solo l'imbarazzo della scelta... in riva al mare, immersi nel verde, nell'interno, ovunque si possono apprezzare le specialità della cucina elbana.
 VEDI ANCHE:
   

 
Isola d'Elba

La spiaggia della Padulella

Spiaggia della Fetovaia

Seccheto

Punta Capo Bianco


Cavoli

Cavo

 
Inizio
 
 
Itinerario
Secondo Giorno

In giornata
Con più di 100 km di costa, l'Elba offre un'ampia varietà di ambienti e situazioni: falesie e scogliere in cui si aprono grotte e anfratti, calette e insenature corredate di minuscole spiagge, ampi golfi con litorali attrezzati e una serie di approdi. Percorrerli in barca in più tappe è una piacevole esperienza, senza dimenticare che, per chi si vuole sentire più a contatto con la natura, il sea kayak e il windsurf sono due altrettanto interessanti soluzioni.
Attenzione: date un'occhiata al vento prima di scegliere la meta per la giornata al mare. Con lo scirocco (sud-est) il mare della costa sud si sporca, mentre il maestrale (nord-ovest) rende torbide le acque delle spiagge a nord, altrimenti cristalline.
La costa settentrionale è quasi interamente rocciosa. Partendo da Portoferraio, la parte centrale della costa nord è contraddistinta dalle ghiaie e dopo capo d'Enfola si svela la zona più selvaggia dell'isola, con le belle insenature rocciose attorno a Marciana Marina.
La costa occidentale si rivela solo a chi è risoluto nella volontà di scoprirla: ripide falesie e scogli aguzzi non rendono la vita facile a chi la approccia da terra. È anche per questo che le barche vi sostano volentieri, baciata com'è da acqua cristallina su tutta la costa.
I tratti sabbiosi non sono moltissimi e di conseguenza sempre super affollati. Si concentrano sulla costa sud ; la loro particolare lucentezza è data dalle scaglie di granito rotolate giù dalle vicine cave.
La costa orientale , che guarda verso il continente, sa di ruggine ed è questo il suo fascino. Comincia a sud con un aspetto selvaggio e risalendo verso nord è tutto un susseguirsi di punte, capi e insenature, che lasciano spazio dopo Rio Marina a rosse colline e miniere di cui si riconoscono in mare i lunghi pontili d'imbarco.
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Marina di Campo

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Isola d'Elba

Sera
Dopo una giornata trascorsa nella quiete del mare, un tuffo nell'animata Marina di Campo. L'aperitivo si gusta sulle sedie di vimini del La Ruota, dopodiché pochi passi separano dalla cena al Cacciucco. Per un po' di musica dal vivo e disco-pub c'è il Tinello oppure Giannino.
Vale la pena di consultare il calendario aggiornato dei tantissimi eventi che animano l'estate elbana sul sito dell'APT Elba ( www.aptelba.it ).
 VEDI ANCHE: