Discoveritalia.it - Il portale turistico di Istituto Geografico De Agostini Costiera Amalfitana - dintorni di Positano
 
Venerdì 15 Dicembre 2017 












Toscana: le colline del benessere
L'itinerario parte dal cuore del Chianti, in quell'angolo di campagna toscana che sembra nata per la gioia di pittori e fotografi.
Lungo la via Chiantigiana, che congiunge Firenze a Siena, è tutto un susseguirsi di colline armoniose, vigneti diligenti e borghi che incantano al primo sguardo.
Ma non crediate che il tempo si sia fermato: perché è proprio qui, tra Tavarnelle Val di Pesa e Gaiole in Chianti, che si trovano alcune delle più moderne beauty farm dove lasciarsi tentare da massaggi con la torba e rituali ayurvedici.
Da Rapolano Terme, incastonata tra i rilievi delle Crete senesi e i boschi fitti di querce, ci si inerpica fino alla ripida Cortona, in val di Chiana, per scendere poi lungo le rive del lago Trasimeno, romanticamente sospeso tra Toscana e Umbria.
Si riparte dalle strade di Montepulciano, "perla del Cinquecento" e patria del raffinato cantore Poliziano e si conclude il viaggio a Chianciano Terme, che affonda le sue radici nei misteri degli Etruschi e nel potere curativo delle sue sorgenti termali.

Primo Giorno
Una giornata tutta dedicata al benessere: dal lusso del Castello del Nero di Tavarnelle Val di Pesa, alle atmosfere rigorosamente design del Resort Le Corta di Gaiole, per finire con un bagno rilassante nelle acque sulfuree dell'incantevole Rapolano Terme.
 
Su una tavola toscana che si rispetti non può mancare un bicchiere di vino buono: a Greve in Chianti questo lo sanno e qui ci si dirige per una cena tutta a base di... Chianti.
Secondo Giorno
   
Dalle "vette" di Cortona, labirinto medievale di insuperabile bellezza, si scende a Camucia per visitare il più grande ipogeo etrusco della zona e si conclude con un massaggio rilassante nel centro benessere dell'Antico Casale di Monte Gualandro a Tuoro sul Trasimeno.
 
Al tramonto ci si spinge sulle sponde del Trasimeno, a Castiglione del Lago: il paesaggio romantico è assicurato e la cucina mescola con sapienza sapori umbri e influenze toscane.
Terzo Giorno
   
Dopo una passeggiata tra le vie di Montepulciano, dove le architetture medievali si fondono sapientemente con il rigore dei palazzi rinascimentali, si raggiunge Chianciano Terme, la città delle acque salubri.
 
Ci si sposta a Pienza, nata nel XV secolo dal sogno di grandezza di papa Pio II Piccolomini, famosa per i suoi palazzi e per... l'ottimo pecorino che vi si produce.

 VEDI ANCHE:
 
 
Toscana: le colline del benessere

Toscana: colline del Chianti

Uno scorcio di Tavarnelle Val di Pesa

Il castello di Gaiole in Chianti


Bottiglie di Chianti in mostra a Greve in Chianti

 
Inizio
 
 
Toscana: le colline del benessere
Primo Giorno

In giornata
Tra le colline verdeggianti ricoperte di vigneti e oliveti e punteggiate dal rosso dei papaveri si incontrano, sulla via Chiantigiana che congiunge Firenze a Siena, centri medievali fortificati dove la cura e il benessere del corpo sono diventati un'arte.
Tavarnelle Val di Pesa è il tipico "borgo di strada", nato dalla fusione di piccoli agglomerati distribuiti lungo la Via Regia Romana.
Oggi è in grado di offrire un centro benessere a cinque stelle. Immerso in un'oasi di pace di oltre 400 ettari si trova, infatti, Castello del Nero , un edificio del XII secolo trasformato in un relais di lusso, con un centro benessere che porta il prestigioso marchio E'SPA.

Equilibrio, raffinatezza e cura di ogni dettaglio caratterizzano anche il Resort Le Corta , presso Gaiole in Chianti , nel cuore delle colline senesi.
La beauty farm dell'hotel è diventata un punto di riferimento per i viaggiatori che non sanno rinunciare a una buona dose di coccole quotidiane, grazie a un menù di benessere che non teme confronti. Il piatto forte? Massaggi ayurvedici in "salsa" toscana.

Più a sud, sospesa tra i nudi e brulli rilievi delle Crete senesi e i fitti boschi di querce si trova Rapolano Terme , un borgo in bilico tra passato e presente, diviso tra la fama delle sue rinomate sorgenti termali note fin dall'antichità per le acque sulfuree ricche di bicarbonato e zolfo e un'attualità fatta di arte e cultura , di musica e di cave di travertino prestate, non di rado, agli spettacoli di bel canto.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Risotto al Chianti

 
Inizio
 
Primo Giorno
Toscana: le colline del benessere

Sera
Distesa in una florida conca all'incrocio di importanti assi viari si trova Greve in Chianti , con la sua pittoresca piazza a forma triangolare, circondata da portici su cui si affacciano gli storici edifici e al cui centro si erge la statua di Giovanni da Verrazzano, il mercante che da qui partì alla scoperta dell'America.
Cena, neanche a dirlo, da "Giovanni da Verrazzano": ambiente rustico e cucina tipica toscana con menù a base di stracotto al Chianti Classico, pappardelle al cinghiale e naturalmente tanto buon vino rosso.
 VEDI ANCHE:
   

 
Toscana: le colline del benessere

Cortona: palazzo comunale

Cortona: fortezza medicea


Scorcio di Cortona

Camucia: tomba etrusca

Cortona. Accademia Etrusca: scorcio della sala del Biscione

 
Inizio
 
 
Toscana: le colline del benessere
Secondo Giorno

In giornata
Percorrendo l'antica strada Maestra (ora Statale 71), Cortona si vede da lontano e, caso eccezionale, si vede tutta.
I borghi antichi, infatti, sorgono sempre sopra un'altura, nascosti dalla cinta delle mura. Anche Cortona, che vanta origini etrusche, si trova in alto, ma disposta a ventaglio su piani successivi, così che le sue mura non la nascondono, ma la offrono in un solo colpo d'occhio, indimenticabile.

La visita ha inizio dalle contigue piazza della Repubblica e piazza Signorelli, dove si incrociavano gli assi viari della Cortona etrusca e dove il Comune duecentesco eresse le sue sedi: il palazzo del Capitano del popolo e, di fronte, il palazzo Comunale.
Sempre su piazza Signorelli si staglia la facciata seicentesca di palazzo Casali , sede dell'Accademia Etrusca, ancora oggi la maggiore istituzione culturale della città.
Ma forse il modo migliore per innamorarsi di Cortona, è seguire il ritmo contorto delle sue vie, per scoprire che è città di vasti e impareggiabili panorami, di antiquari e di grandi passioni culinarie.

L'incontro con le origini etrusche della cittadina si ha ai piedi del colle, in frazione Camucia, dove si trovano i resti ben conservati di due tombe ipogee risalenti al VII-IV secolo a.C.: la deviazione è d'obbligo, prima di dirigersi a Tuoro sul Trasimeno per un pomeriggio di relax nel centro benessere dell' Antico Casale di Monte Gualandro .
Immerso in un grande parco di ulivi secolari, è il luogo ideale per rigenerarsi e ritrovare il proprio equilibrio. Tra sauna, bagno turco, piscine con idromassaggio e percorsi wellness "costruiti" su misura, non c'è davvero che l'imbarazzo della scelta!
 VEDI ANCHE:
   
   
 

Castiglione del Lago: porta Perugina

 
Inizio
 
Secondo Giorno
Toscana: le colline del benessere

Sera
Alla ricerca di atmosfere romantiche e rarefatte, al tramonto si raggiunge Castiglione del Lago , deliziosamente abbarbicata su un promontorio affacciato sulle acque del Trasimeno.
Si inizia con una visita ai bei monumenti della cittadina e si conclude la serata secondo la migliore tradizione locale: seduti al tavolo di un'osteria degustando i piatti saporiti di questa cucina di confine.
 VEDI ANCHE:
   

 
Toscana: le colline del benessere

Montepulciano: veduta aerea di San Biagio

Montepulciano: palazzo comunale

Montepulciano: abbazia di Sant'Antimo


Veduta di Chianciano

Paesaggio nei pressi di Chianciano

 
Inizio
 
 
Toscana: le colline del benessere
Terzo Giorno

In giornata
Scendendo oltre le Crete senesi il territorio si addolcisce intorno alla "gemma" rinascimentale di Montepulciano che, incastonata su uno stretto crinale di roccia vulcanica, si affaccia sulle vivide campagne della val di Chiana.
Patria del poeta dell'umanesimo Angelo Ambrogini, detto il Poliziano, palestra di azione di architetti come Michelozzo, Antonio da Sangallo il Vecchio, Baldassarre Peruzzi, Vignola e Ippolito Scalza, la città riserva molte sorprese.

L'accesso storico a Montepulciano è la duecentesca porta al Prato, dove la vista viene subito appagata dai più bei palazzi e dalle chiese che costeggiano via Corso , strada principale che attraversa verticalmente e in modo ripido la città.
Si giunge poi al suo cuore pulsante, piazza Grande , con il "pozzo de' Grifi e de' Leoni", il trecentesco palazzo Comunale e i numerosi palazzi di pregio che vi si affacciano.
Ma imponente è il cinquecentesco duomo di Ippolito Scalza, alle cui spalle si trovano il teatro Poliziano , la supposta casa natale del Poliziano e la Fortezza.

Imboccando poi via Ricci , fiancheggiata da residenze medievali e rinascimentali della borghesia poliziana, si incontra palazzo Neri-Orselli, sede del museo civico di Montepulciano e della pinacoteca Crociani.
Una divagazione lungo Ruga di Mezzo e Ruga di Fuori permettono di scoprire altri angoli di Medioevo ancora intatti, dove il tempo sembra essersi fermato.

Dopo la visita a Montepulciano è giunto il momento di affidarsi alle cure delle rinomate stazioni termali che si trovano a Chianciano Terme, città dal sottosuolo "magico", sfruttato fin dall'antichità per le sue acque minerali, adatte anche per la balnoterapia e la fangoterapia.
Evidenti in Chianciano Terme sono le salde radici nel passato e la forte propensione alla modernità; un dualismo che prende a simbolo quello urbanistico tra centro antico e centro moderno: tutto arte e pietre secolari il primo, vocato alle acque, ai giardini e ai grandi alberghi il secondo.
 VEDI ANCHE:
   
   
   
 

Scorcio dei bastioni di Pienza

 
Inizio
 
Terzo Giorno
Toscana: le colline del benessere

Sera
In posizione dominante su di un colle della val d'Orcia, affacciato a nord sulle Crete e a sud sull'Amiata e sospesa su un vastissimo panorama, si trova Pienza , la città che papa Pio II trasformò, tra il 1459 e il 1464, in una meraviglia rinascimentale.

Alla Taverna di Moranda si respirano ancora i profumi e gli aromi di quei tempi, dalla pasta fatta in casa ai formaggi tipici, fino a una carta dei vini mai banale.


 VEDI ANCHE: